10 errori sorprendenti nell'industria cinematografica

film-gazapos

Il mondo dell'immagine è un mondo affascinante che ha il potere di abbagliarci in composizioni statiche come fotografie o fotomontaggi e anche dinamiche come i film dell'industria cinematografica. Ma le tecniche e soprattutto i professionisti non sono infallibili. Almeno non nella maggior parte dei casi.

In un post precedente abbiamo visto degli errori imperdonabili con Photoshop e volevo fare una piccola recensione in versione cinematografica. Nessun lavoro o persona è esente dalla possibilità di commettere errori. Nemmeno quei film che sono stati premiati con i migliori riconoscimenti come le nomination agli Oscar. Qui vi porto un campione che anche i più grandi sbagliano.

Torta americana: La tazza tenuta dalla ragazza con Stifer cambia colore da un'inquadratura all'altra, ma non è l'unico errore in questo film come mostra il seguente video:

Bella donna: I costumi, le posizioni e persino il modello di una limousine cambiano da un aereo all'altro…. Non ci credi? Guarda questo video:

https://www.youtube.com/watch?v=WjfdmV_m7Gg#t=101

Pirati dei Caraibi: Accumula più di 200 errori, inclusa la comparsa di dispositivi elettronici, tatuaggi moderni o apparecchiature tecniche al centro della scena.

https://www.youtube.com/watch?v=l848VK-Uzd4

Gravità: È uno dei film dell'anno grazie ai sette Oscar che ha vinto, ma per quanto buono contiene anche gaffe. C'è una scena drammatica in cui Sandra Bulloc scoppia in lacrime. Poiché il suo personaggio è nello spazio, una delle sue lacrime finisce per fluttuare verso la telecamera, ed è certamente un'immagine bella e poetica ma è falsa. Ed è che nello spazio le lacrime non fluttuano liberamente come ha dimostrato l'astronauta canadese Chris Hadfield in un video che ha registrato. Nel video puoi vedere perfettamente come l'acqua si attacca al viso dell'astronauta, formando una palla che diventa sempre più grande man mano che viene aggiunta più acqua. Ed è che le lacrime non fluttuerebbero nell'aria, rimarrebbero attaccate alla pelle.

cinemelodico a gravità lagrima1

Gladiatore: Compaiono centinaia di errori di contestualizzazione, orologi, tecnici ... e anche in una scena si vedono i propellenti di gas che le carrozze a cavalli hanno incorporato, non ci credete? Guarda:

Le streghe di Zagarramurdi: È stato un successo al botteghino e ha anche vinto otto premi goya, ma per quanto ci piaccia Álex de la Iglesia, ha anche sbagliato. E c'è un errore molto grave in una delle scene di questo film, dove Mario Casas appare con macchie di vernice sul viso quando è in macchina. La vernice sul naso appare e scompare durante i sei minuti della scena e gli oltre trenta cambi di piano.

Le-streghe-di-zagarramurdi

Uomo Ragno: Contiene più di cento errori, incluso uno sorprendente. Un personaggio marginale porta una pistola, nell'inquadratura successiva porta un coltello nella stessa mano, e nell'inquadratura successiva porta di nuovo una pistola ... Comunque, qui hai più errori da questo film:

Il giorno dei morti: Nella sequenza finale, lo stesso zombi appare in due posti diversi. Uno zombi che indossa una maglietta da calcio con sopra il numero 22. Lo vediamo entrare nel rifugio dei "bravi ragazzi" dall'ingresso principale, ma allo stesso tempo (nell'inquadratura successiva) lo vediamo entrare dall'altra parte del den. Lo stesso zombi allo stesso tempo in due posti diversi, devi vedere cosa hanno fatto nei film horror degli anni '80 per risparmiare budget ...

Il poster del giorno dei morti

Alla ricerca di Nemo: Alghe che crescono in pochi secondi, poster che compaiono e scompaiono o cicatrici che scompaiono da un piano all'altro ...

Forrest Gump: Jenny mostra a Forrest un ritaglio di giornale del settembre 1982, tuttavia la tomba di Jenny mostra che è morta il 22 marzo 1982.

Forrest Gump

L'orfanotrofio: Quando Laura cade sulla spiaggia, puoi facilmente vedere come si rompe la gamba destra. Tuttavia, in ospedale hanno bendato la sua sinistra.

L'orfanotrofio


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.