Come si costruisce l'identità visiva di un marchio

Come si costruisce l'identità visiva di un marchio

L'identità visiva è la rappresentazione fisica di un marchio. È estremamente importante perché comunica e riflette al pubblico la filosofia ei valori dell'azienda. Una cattiva identità visiva può trasmettere un'immagine sbagliata dell'azienda, danneggiando la sua reputazione aziendale, così come una forte identità visiva aiuta a consolidare un'immagine forte e coerente. In tempi in cui la comunicazione conta, e molto, le aziende devono sforzarsi di controllare ciò che comunicano, assumendo che trasmettano sempre un messaggio, che lo vogliano o no. Progettare una strategia di comunicazione è l'unico modo per guidare l'immagine che il stakeholder associano l'azienda e l'identità visiva è senza dubbio parte di quella strategia.

Le aziende sono sempre più interessate ad andare sul mercato con un'identità visiva premurosa e attraente in linea con il loro spirito e obiettivi di business. Organizzazioni con anni di esperienza nei rispettivi settori riformano la propria identità visiva per alludere in alcuni casi al prestigio della propria esperienza o cercando di rinnovare la propria immagine per adattarsi al presente (come nel caso di Burger King o McDonalds). I grandi marchi, esemplari in termini di successo aziendale, hanno affinato per anni la loro identità visiva. Apple, ad esempio, ha implementato continui cambiamenti per trovare le chiavi che lo rendono oggi un punto di riferimento in termini di design del marchio. Ma ... come si costruisce l'identità visiva di un marchio? Continua a leggere perché è proprio quello che ti dirò in questo post.

Pianificazione anticipata

Pianificazione e come costruire l'identità visiva di un nuovo marchio

Un requisito fondamentale affinché l'identità visiva di un marchio funzioni è che sia coerente, coerente con il modello di business, con i valori dell'azienda e coerente negli elementi che la compongono. Questa coerenza può essere raggiunta solo con la pianificazione nel processo di creazione e con un esauriente lavoro di ricerca.

Marchi di nuova creazione

Quando un marchio parte da zero, è logico che ci sia una certa tendenza a sperimentare. Le imprese cambiano nel tempo e vengono ridefinite per adattarsi alle esigenze del mercato (che è in continua evoluzione). Tuttavia, prima di iniziare a progettare l'identità visiva del marchio è necessario rispondere ad alcune domande fondamentali:

  • Quali sono la missione, la visione e i valori dell'azienda?
  • Qual è il modello di business?
  • Qual è il pubblico di destinazione? (A chi mi rivolgo come azienda)
  • Che posto voglio che l'azienda occupi nel mercato?
  • Quali sono gli obiettivi aziendali?
  • Quali sono gli obiettivi di comunicazione?

Rispondere a queste domande è fondamentale, perché sono temi che, come azienda, dobbiamo saper comunicare (sia internamente che all'estero). Se non sappiamo rispondere a queste domande con le parole, come intendiamo farlo con elementi visivi attraverso l'identità aziendale? 

Aziende con un certo track record

Nel caso di aziende con un certo track record, aziende che magari hanno già un'identità visiva ma vogliono riformarla, il processo è simile. Tuttavia, a questo punto devi tenere conto dell'attuale immagine aziendale del marchio che si è consolidato nel corso della storia dell'azienda. L'immagine aziendale è, in sostanza, l'immagine che il pubblico ha dell'azienda, compresi i pregiudizi che abbiamo prima di conoscere il marchio ei giudizi che ci formiamo dopo averli conosciuti e come risultato dell'esperienza.

Un'identità visiva ben costruita è estremamente utile per dirigere le persone stakeholder alla foto che, come azienda, vorremmo trasmettere. Se la tua azienda è già attiva, prima di immergerti in un processo di riforma dell'identità visiva, preoccupati chiedere e sapere quale immagine hanno il tuo pubblico del marchio. Quando lo sai, chiediti se questa è l'immagine che vuoi trasmettere, quale parte della colpa (nel bene e nel male) ha la tua identità visiva e quale dovrebbe essere il contributo di una nuova identità visiva.

Ricerca: conoscere la concorrenza, il contesto e il mercato

La ricerca costruisce l'identità visiva di un marchio

Così come è importante conoscere l'azienda per definire l'identità visiva del brand, Conoscere il contesto in cui si svolgerà l'attività aiuta il design a essere più efficace. Prima di lanciare il tuo marchio, indaga su cosa funziona nell'ambiente a cui parteciperai e scopri cosa fanno le altre aziende del settore, Imparare dagli errori e dai successi della competizione è un'ottima idea! In termini di identità visiva ci sono anche le mode e non conoscerle può portarti a creare un marchio obsoleto che ti fa percepire sul mercato come un'azienda obsoleta e che non è in grado di affrontare le sfide attuali, aggiorna costantemente la tua cultura visiva.

Crea un manuale di identità visiva aziendale

Il manuale di identità visiva aziendale riunisce tutti gli elementi che compongono l'identità visiva del brand ed è uno strumento utilissimo che aiuta a raggiungere uno degli obiettivi di comunicazione più importanti di un'azienda: la coerenza. Allora te lo dico quali elementi sono fondamentali in un manuale di identità visiva aziendale e che, quindi, deve essere definito e progettato nel processo di costruzione dell'identità visiva del marchio.

Missione, visione e valori

Questa parte ti suonerà familiare, ma di solito è inclusa nei manuali di identità visiva. È un modo per guidare il design del resto degli elementi dell'identità visiva del marchio che, ovviamente, devono essere progettati rafforzare questi valori e trasmettere al pubblico la missione, la visione e lo spirito dell'azienda. 

Colori

I colori nell'identità visiva di un marchio

Devi definire quale sarà la tavolozza dei colori Del marchio. I colori hanno un potere fondamentale nella trasmissione delle idee a le parti interessate. Ad esempio, il cambio di colore che ha realizzato McDonalds ha servito alla catena per trasmettere un messaggio più adeguato ai tempi, cercando di associare un nuovo concept al proprio marchio: i prodotti freschi.

Associazione di colori nell'identità visiva di un marchio

Ma una buona tavolozza di colori non solo aiuta ad essere più coerenti con il messaggio che vogliamo trasmettere, ci sono marchi che lo hanno raggiunto alcune combinazioni di colori sono direttamente associate ai tuoi prodotti (come ad esempio Levi's, con il rosso e il bianco).

Tipografia

La tipografia è un altro degli elementi visivi che compongono l'identità del marchio. Dopotutto, potrebbe essere inteso come un timbro vocale. Il fatto che l'azienda comunichi sempre con le stesse combinazioni tipografiche aiuta il pubblico ad associare i messaggi trasmessi al brand, senza dover vedere altri elementi rappresentativi come il logo.

Logo

L'importanza del logo nell'identità visiva di un marchio

È forse l'elemento di identità visiva più rappresentativo di un marchio. Generalmente, Hanno un grande potere simbolico quindi è uno degli strumenti più utili che l'azienda ha per farsi notare e per creare un'immagine attorno alle loro attività. Avere un logo distintivo e d'effetto è essenziale perché ti aiuterà a essere presente nella società in cui ti sviluppi come azienda Guarda il caso Starbucks! È un buon esempio di come un'azienda riesce a raggiungere il pubblico attraverso il suo logo, creando quasi una comunità attorno ad essa.

CAssumere un professionista per progettare il logo della tua azienda è un buon investimento E oggi puoi accedere a un'ampia varietà di designer su piattaforme online, ad esempio, numerose liberi professionisti offrire i propri servizi per design del logo su Fiverr e ci sono offerte per tutti i tipi di tasche e stili.

Le indicazioni per l'uso del logo devono essere incluse nel manuale di identità visiva: tutte le versioni disponibili e per cosa dovrebbe essere utilizzata ciascuna versione, dimensioni consentite, margini ...

Elementi di supporto visivo

Elementi di supporto nell'identità visiva di un marchio Elementi visivi di supporto sono molto utili per adattare il tuo messaggio a diverse piattaforme e media. Se comunichi sui social network, ad esempio, potresti non voler saturare tutte le tue pubblicazioni con il logo dell'azienda, avere altri strumenti visivi farà sì che chi passa da un post all'altro associ rapidamente quella pubblicazione al tuo brand, che sia o meno non sono il logo. O in altri casi, Possono essere utilizzati per rafforzare tale associazione con il marchio nelle campagne pubblicitarie Uber è tra i primi dieci quando si tratta di utilizzare immagini di supporto! Guarda quanto sono intelligenti con la "U" di Uber per creare cornici per le loro tettoie e cartelloni pubblicitari.

Un'ultima nota: supporti

Quando si progetta l'identità visiva è importante pensare ai supporti in cui il marchio comunicherà, perché non tutte le formule visive funzionano ugualmente bene su tutti i media. Ci saranno elementi che funzionano molto bene sui social network ma perdono significato sui media fisici e viceversa. I tuoi pezzi devono essere pensati in base alla destinazione che avranno.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.