Teoria del colore: una guida di base per combinare i colori

teoria del colore o come combinare i colori

Nella progettazione grafica, pochissime decisioni rispondono esclusivamente all'estetica, né le decisioni relative al colore. Il colore è uno strumento di comunicazione e il modo in cui li combini può cambiare completamente un design e le sensazioni che risveglia. Conoscere la teoria del colore e i principi che lo governano può aiutarti a creare pezzi più efficienti e per controllare ciò che le tue creazioni trasmettono. Pensa che quando guardi un poster, un poster o un'infografica, le prime informazioni che elaboriamo sono relative al colore. Nel caso delle pagine web, ad esempio, una tavolozza di colori inappropriata può addirittura portarci ad abbandonare il sito, così come una perfettamente armonizzata può predisporci a valutarne positivamente il contenuto. Capisci ora perché è così importante conoscere il teoria del colore? Bene Continua a leggere questa guida di base per combinare i colori e impara tutti i trucchi. 

Cos'è la teoria del colore?

Teoria del colore è un insieme di regole base che definiscono tutti gli aspetti fondamentali del colore nella progettazione grafica, nell'arte, nella fotografia o nella stampa. Ci aiuta a capire l'effetto che hanno certi colori e noi fornisce preziose informazioni su come vengono creati e come si completano a vicenda. 

Concetti fondamentali legati al colore

Prima di approfondire l'argomento, credo sia importante conoscere il significato di tre qualità fondamentali che ci aiutano a definire le proprietà di un colore: tonalità, saturazione e luminosità.

tono

Tonalità di colore

Sinonimo di tono o tonalità, si riferisce al grado in cui un colore può essere descritto come simile o diverso da altri colori (solitamente colori primari: rosso, giallo, blu). Semplificando, è quello che chiamiamo "colore".

Ci permette di catalogare con un nome a colori specifici in base al frequenza predominante. Ad esempio, se osserviamo l'immagine sopra, quasi tutti definiamo quei toni come vicini al rosso, perché questa è la frequenza che catturiamo.

saturazione

saturazione del colore

È grado di purezza di un colore, più un colore è puro, maggiore è la sua saturazione. A volte, intendiamo saturazione con il termine "intensità", poiché i colori più saturi, i più puri, sono anche più intensi. 

luminosità

luminosità

Chiamata anche chiarezza, è la proprietà che ci fa percepire i colori come chiaro o scurodal momento che il colori più scuri sono quelli che hanno un luminosità più debole e nel più chiaro avviene l'esatto contrario. A volte associamo questo concetto a termini come luminosità, valore o luminanza.

Ruota dei colori o ruota dei colori

ruota dei colori o ruota dei colori

Il cerchio cromatico, chiamato anche ruota dei colori, è uno strumento molto utile per creare tavolozze e combinazioni adatte. Ordina in sequenza la progressione dei colori, ognuno occupa una posizione fissa e ci aiuta a capire la relazione tra di loro. Sulla base di queste relazioni, possiamo differenziare tre tipi di colori: primaria, secondaria e terziaria. 

Tipi di colore

tipi di colori primari secondari terziari

Colori primari

Sono i rocchio, giallo e blu. Queste non vengono creati quando si combinano due o più colori diversi, quindi, sono la base del resto dei colori. Combinandoli, generiamo i colori secondari.

Colori secondari

Sono verdi, arancioni e viola. I colori secondari sono creati da combinare due colori primari.

  • El porpora è la combinazione di rosso e blu
  • El arancione viene generato mescolando il rosso con il giallo.
  • El verde nato dall'unione di giallo e blu.

Colori terziari

colori terziari

I colori terziari sono quelli creati da mescola un colore primario con un colore secondario:

È importante che tu lo sappia i colori primari non possono sempre essere combinati armoniosamente con un colore secondario per generarne uno terziario. Ad esempio, se combiniamo il blu con l'arancione, solo otterremo un tono marrone. È anche interessante e necessario creare questi toni, devi solo essere chiaro che Non sono classificati come colori terziari, secondari o primari Fatto curioso! Se mescoli i tre colori primari, ottieni anche il marrone.

E il bianco e nero?

in bianco e nero

Quello che sto per dirti ora ti lascerà completamente perplesso. Scientificamente, il bianco e nero non sono colori. Il nero è l'assenza di luce e il bianco è la combinazione di tutto sfumature dello spettro della luce visibile. Tuttavia, vediamo costantemente in bianco e nero timbrato nei disegni come si ottiene? 

In realtà, tutto ciò che vediamo non è puramente nero, né puramente bianco. Sono toni molto molto approssimativi che si ottengono combinando pigmenti di vari colori chiari o scuri.

Guida alla corrispondenza dei colori

Armonia dei colori

esempio di uso improprio del colore

L'armonia dei colori è semplicemente ciò che ci fa percepire una combinazione di colori come qualcosa di pulito e piacevole. Quando una tavolozza incontra quell'armonia, proviamo una sorta di "calma visiva" che ci rende interessati a un designAllo stesso modo, quando vediamo combinazioni di colori che non funzionano, tendiamo a rifiutarlo. Gli errori molto comuni sono dimentica che deve esserci sempre un colore dominante e non dovremmo usare troppi colori senza sensoCiò potrebbe persino rendere incomprensibile il messaggio che vogliamo trasmettere (come nell'immagine sopra).

Come abbinare i colori con la ruota cromatica

come abbinare i colori con la ruota cromatica

La ruota dei colori può aiutarci a creare tavolozze armoniche. Esistono formule che ci permettono di ottenere tavolozze di base. Allora pPossiamo personalizzarli e lavorarli quanto vogliamo ottenere nuove combinazioni. esistere 6 modi per combinare i colori con il cerchio cromatico. 

  • Combinazione monocromatica: In queste combinazioni si usa un solo colore del cerchio cromatico e il resto dei toni si ottiene giocando con la saturazione e la luminosità.
  • Combinazione analogica: Si forma combinando i colori che appaiono insieme sulla ruota dei colori. 
  • Combinazione complementare: Si ottiene combinando opposti cromatici, come il blu e l'arancione. Con questo tipo di abbinamento bisogna stare attenti, c'è un grande contrasto tra i colori che lo compongono e che può generare un certo “stress visivo”. Il modo migliore per abbinarli è ricercare l'equilibrio, optando per toni meno saturi o utilizzandoli insieme a una dominante di toni neutri o bianchi.
  • Combinazione complementare divisa: È uguale al complementare, è incluso solo un colore vicino al complementare. Sebbene ci sia ancora molto contrasto, giocando con la proporzione in cui viene utilizzato ciascun colore, si ottengono disegni molto più armonici. 
  • Triade: Per questa combinazione, viene disegnato un triangolo equilatero sulla ruota dei colori e vengono utilizzati i colori lasciati negli angoli. 
  • Doppia combinazione complementare o tetraedrica: Si accostano due coppie di colori complementari, è il più difficile da bilanciare, normalmente si sceglie un colore dominante e si abbassa la saturazione o luminosità del resto. 

Se ti è piaciuta questa guida per abbinare i colori, non puoi perderti il ​​nostro post su tavolozze di colori pastello.

 

 

 

 

 

 

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.