La guida definitiva ai colori primari

Copertura colori primari
I colori sono una parte inevitabile del nostro mondo. Tutto ciò che tocchiamo, vediamo o sentiamo ha colore. Inoltre, abbiamo imparato ad aggiungere colori alle immagini durante il liceo utilizzando vari tipi di colori. I colori primari - precedentemente noti come colori primitivi - sono un modello idealizzato, basato sulla risposta biologica delle cellule recettrici nell'occhio umano alla presenza di determinate frequenze luminose e alle loro interferenze.

Con questo in mente, la domanda è sempre qual è il colore primario? Quali lo compongono? Esiste una miscela di colori primari? Vari tipi di scuole elementari? Come si ottiene il colore marrone? Risponderemo a queste domande in una guida definitiva in modo da non cercare oltre. Aggiungendo tutti questi dubbi nello stesso articolo

Per non dimenticare, ricorda di avere questo articolo nei tuoi segnalibri, in modo da poter ricordare tutto in una volta.

Quali sono i colori primari?

Colori primari
Qualsiasi informatico, designer, illuminatore ti dirà che RGB o CMYK ed entrambi sono considerati validi. Ma non sono d'accordo sul modo in cui lo guardiamo.

Il colore primario, precedentemente noto come primitivo È uno che non può essere ottenuto mescolando altri colori. Questo deriva da come vediamo attraverso gli occhi. Ed è per questo che sia la luce che la pigmentazione sono diverse. Quindi ci sono diversi dubbi al riguardo. Infatti, prima di conoscere queste due possibilità divise per settori in cui si riflettono, era noto il RYB (Rosso, giallo e blu) -Sì, come nell'immagine principale. Non ci eravamo sbagliati.

È stato il primo concetto di colore primario, nel XVI secolo, che ha lasciato il posto all'attuale CMYK. Ed è stato sostituito da prodotti sintetici e dal progresso della tecnologia attraverso l'informatica. Ecco perché ora non è considerato nella famiglia dei colori primari.

I colori primari alla luce sono RGB (Rosso, verde e blu) ei colori primari per la pigmentazione sono CMYK (Ciano, magenta, giallo e nero)

Mix di colori primari

miscelazione dei colori primari
In base alla pigmentazione possiamo dire che i colori primari sono CMYK, che tradotto sarebbe ciano, magenta, giallo e nero. Mescolando questi colori si ottengono i seguenti colori secondari:

  • Magenta + giallo = Arancione
  • Ciano + giallo = verde
  • Ciano + magenta = Viola
  • Ciano + Magenta + Giallo = Nero

Per quanto riguarda i colori primari riflessi dalla luce, daremmo l'acronimo RGB che tradotto sarebbe rosso, verde e blu. Potrebbero cadere in una miscela delle seguenti tonalità di colori secondari:

  • Verde + blu = Ciano
  • Rosso + blu = magenta
  • Rosso + verde = Giallo
  • Rosso + blu + verde = Bianco

Possiamo osservare, la differenza dell'unione dei tre colori primari di CMYK con RGB è che uno finisce in nero e l'altro finisce in bianco. La cosa divertente è che secondo i due modelli ideali, entrambe le combinazioni di colori hanno una chiara corrispondenza: i colori secondari del modello RGB sono i colori primari del CMYK, e viceversa.

Almeno in teoria, poiché in pratica questo non può essere considerato letteralmente. A causa della composizione biologica dell'essere umano che crea sfumature diverse e non è una qualità della luce. In definitiva, il colore non esiste perché esiste, è piuttosto la nostra percezione di esso.

Ruota dei colori primari

ruota dei colori
Conosciuto anche come Cerchio cromatico è un modo per rappresentare i colori in ordine secondo la loro tonalità. In altre parole, affiancare i colori primari e mescolarli provoca sfumature diverse (colori secondari e terziari). Questo è facile da spiegare oggi. Perché ogni utente ha un programma di fotoritocco sul proprio computer. Stiamo parlando di Photoshop ma può essere qualsiasi altro.

Cliccando sulla tavolozza dei colori, vediamo come avviene questo cerchio cromatico. Un tempo era qualcosa di più complesso da vedere, Newton ha ideato l'esistenza dei colori primari e secondari e Goethe ha inventato la prima ruota dei colori nel 1810. Questa ruota è stata convertita in molte varianti, fino a quando non smette di essere interamente circolare e diventa dodecagrammi. Charles Blanc nel 1867 li creò e potevano essere visualizzati in modo molto diverso.

Come realizzare il marrone con i colori primari

Diventa marrone con i colori primari
Questo è sempre un compito difficile per tutti coloro che iniziano a dipingere. Ribadisco che è facile trovare il codice Hex o RGB in google e scriverlo in Photoshop. Ma questo non è così facile nel mix naturale di colori e ottenere questa tonalità.

Considerando che il marrone non è un colore, perché non fa parte dello spettro della luce. È una combinazione di colori, che può essere ottenuta in modi diversi. Ecco perché devi tener conto di quale tono di marrone è quello che vuoi ottenere, perché a seconda di quel tono devi seguire un percorso o un altro.

RYB appare di nuovo

Ecco perché abbiamo parlato prima di questa combinazione di colori primari. Anche se oggi sembra obsoleto, è importante sapere quali capacità ha. In questo caso, blu, giallo e rosso in parti uguali più un tocco di bianco. Questa miscela ti darà un risultato marrone. Tieni presente che se non è l'ombra esatta che stai cercando, puoi farlo mescola il giallo in modo che esca una tonalità più chiara e più rosso o blu risulterà più scuro.

Arancione e blu

Il colore arancione, come abbiamo spiegato in precedenza, non è un colore primario. In nessuna delle sue possibilità (CMYK, RYB, RGB). Ecco perché lo otterremo prima nel modo seguente:

Usiamo il rosso - abbastanza rosso - e il 10% di giallo per ottenere l'arancio desiderato. Mescoleremo questo colore, ora sì, con il 5% di blu. Quale otterremo un marrone cioccolato tradizionale. Se ne hai bisogno più scuro, aumenta la percentuale di blu e più chiaro, più percentuale di arancione. A seconda delle necessità.

Finalmente prendilo con Green e Red

Questo marrone sarà più rossastro, come prima con l'arancione, neanche il colore verde è primario. Mescola parti uguali di giallo e blu per ottenerlo. Una volta terminato il composto, aggiungete poco a poco il rosso. Quindi vedrai l'evoluzione del colore verso il marrone nella tonalità che desideri. Fai attenzione a esagerare, per non saltare la tonalità desiderata. Per tornare indietro, aggiungi il verde, ma forse questo non corrisponde bene.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.