Come smussare i bordi con Photoshop

Bordi lisci con Photoshop

Ci sono molti trucchi di designer che fanno sì che i risultati che ottengono non siano paragonabili a quelli di un dilettante. Tuttavia, su Internet puoi trovarne alcuni che, seguendo le istruzioni, sono molto facili da fare. Ad esempio, quando si smussano i bordi con Photoshop.

Se hai sempre voluto farlo ma non hai mai saputo come, qui ti lasciamo quali sono i passaggi, spiegati uno per uno, in modo da poter smussare i bordi con Photoshop come un vero esperto. Quindi il risultato sarà molto migliore che se non lo fai.

A cosa serve l'effetto levigante?

A cosa serve l'effetto levigante?

Una delle risorse che molti grafici utilizzano nei loro progetti è l'anti-aliasing. Ciò che fa questo effetto è che gli angoli di un'immagine vengono persi, lasciando più un effetto di dissolvenza o nuvole che sembrano abbracciare l'immagine stessa.

Perché viene utilizzato? Bene, perché esteticamente sembra molto meglio; infatti i risultati fanno risaltare parte dell'immagine, quelle a cui si vuole dare maggior risalto, motivo per cui serve a focalizzare l'attenzione su un punto preciso. Ora è necessario che questa immagine centra l'oggetto, altrimenti l'effetto può far perdere intensità alla foto, soprattutto se usata con un effetto forte (invece che morbido).

Ad esempio, immagina, se stai costruendo una pagina web, di dover inserire la foto dei prodotti. Queste saranno molto meglio se le metti con foto in ovali, centrate sui prodotti, che se metti foto con sfondi che non c'entrano nulla, o che essendo rettangolari, sembrerà che sia stato fatto con pochissimo cura nel design.

Come smussare i bordi con Photoshop

Come smussare i bordi con Photoshop

La levigatura dei bordi con Photoshop è una delle attività più semplici che puoi eseguire con questo editor di immagini professionale e i passaggi sono pochi. Ma se non l'hai mai fatto, può darti un po 'di rispetto. Pertanto, qui ti guideremo passo dopo passo in modo che tu possa farlo con le tue foto o immagini.

Apri Photoshop e un file

La prima cosa che devi fare per smussare i bordi con Photoshop è aprire un programma e, con esso, aprire l'immagine con cui vuoi lavorare. Ti consigliamo di avere quell'immagine sul tuo disco rigido poiché in questo modo non consuma così tante risorse e avrai meno possibilità di ottenere errori, soprattutto se l'immagine è troppo pesante.

Una volta aperto, passiamo al passaggio successivo.

Strumento cornice

Uno dei pulsanti più importanti quando si smussano i bordi in Photoshop è Frame. Se hai la barra degli strumenti di Photoshop, la troverai lì. Quello che serve è fare clic su di esso e tenerlo premuto per ottenere una cornice rettangolare. In alto comparirà la scritta “liscia”, quindi devi solo indicare il raggio di levigatura (se vuoi levigare poco o molto).

Inizia a levigare

Per iniziare ad ammorbidire una foto, quello che farai è creare piccoli rettangoli, soprattutto negli angoli delle immagini, in modo che possano sbiadire e, con esso, perderlo di vista (si fonde con una trasparenza o addirittura con il colore bianca).

Una volta fatto, non preoccuparti se ottieni rettangoli con linee tratteggiate, è normale (e cosa dovrebbe venire fuori).

Come smussare i bordi con Photoshop: Inverti

Una volta che hai finito, devi andare su Seleziona / Inverti. Questo perché vogliamo che la selezione influisca solo su ciò che desideri, non sull'intera fotografia stessa.

Quando lo colpisci, la parte d'angolo rimarrà tra le linee tratteggiate.

Devi impostare il colore di sfondo su un bianco (o un altro colore in base alla fotografia che hai e all'effetto che vuoi creare con essa).

Premi Elimina

L'unico passaggio che rimarrebbe è eliminarlo in modo che il risultato finale possa essere lasciato. Naturalmente, se lo dai per cancellare più volte continuerai ad eliminare i bordi per quanto vuoi.

Sfuma i bordi

Come smussare i bordi con Photoshop

C'è un altro modo per ammorbidire i bordi di una foto, sebbene possa influenzare la foto stessa, soprattutto perché può praticamente cancellare lo sfondo della foto. Si tratta di sbiadire i bordi.

Questo viene fatto, con l'immagine aperta, selezionando la parte dell'immagine che desideri (quella che vuoi che rimanga).

Quindi, premi Selezione / Modifica / Dissolvenza.

Lì vedrai un raggio di dissolvenza. Questo può essere impostato da 0,2 a 250, a seconda di quanto si desidera che l'immagine si ammorbidisca.

Se vedi che, quando premi Ok, quello che succede è che l'elemento che volevi rimanere scompare è perché lo strumento lo ha interpretato male. Per questo, prima di premere Dissolvenza, premi Selezione / Inverti. Quindi, quando è il momento di svanire, eliminerà tutto ciò che non è stato selezionato prima.

C'è un altro modo per smussare i bordi con Photoshop?

La verità è che sì, c'è un altro modo per farlo, e cioè giocare con i filtri e gli effetti che il programma ha. Ad esempio, immagina di avere una foto in cui hai l'immagine di una persona (animale, oggetto, ecc.) E vuoi focalizzare la tua attenzione direttamente su di essa.

Pertanto, vuoi che tutto il resto dell'immagine appaia sfocato o semplicemente non appaia. Per fare ciò, ti consigliamo di andare su Filtri / Luce. Perché là? Bene, per diversi motivi:

  • Con le luci puoi creare ombre che fanno sì che l'immagine riceva la luce solo nella parte che ti interessa davvero. Inoltre, non deve essere uno sfondo scuro, a seconda di dove posizioni le luci, puoi giocare con il contrasto.
  • Avrai un effetto più originale. E va bene ammorbidire i bordi con Photoshop, ma hanno un problema quando quelle foto hanno uno sfondo e cioè, se non lo fai bene, può essere tagliato in modo molto approssimativo.
  • Dai un tocco più “mistico” alla fotografia.

Quando si tratta di vedere i diversi fasci di luce, ti consigliamo di provarli tutti per vedere qual è il più adatto al risultato che stai cercando. Inoltre, puoi modificare l'intensità della luce, l'orientamento e l'effetto che ottieni (perché puoi modificare i valori).

Non sta levigando correttamente i bordi, ma aprendo maggiormente il raggio della luce potresti ottenere quell'effetto che stai cercando e, a volte, è molto più facile farlo in questo modo rispetto a quello che abbiamo spiegato prima.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.