Come fare una moodboard

moodboard

Fonte: EventLove

Quando progettiamo, progettiamo ciò che vogliamo raccontare. Questo processo può essere difficile e costoso in termini di tempo, poiché richiede un'analisi approfondita in modo che l'intero processo di ideazione, ovvero l'intero processo che ha a che fare con gli schizzi e i primi progetti, sia corretto.

Per rendere questo processo molto più piacevole, è stata progettata una sorta di tecnica che ha facilitato e sintetizzato l'intera analisi in diversi elementi grafici e visivi. Questa tecnica è stata chiamata Moodboard e oggi fa tanto parte della progettazione grafica quanto del design del marchio.

In questo post Veniamo a parlarvi di cosa offre questa meravigliosa tecnica e di come è progettata. Se vuoi ridurre il tuo tempo in termini di design e utilizzare altri obiettivi che ti aiutano a raggiungere lo scopo iniziale del tuo progetto, non puoi perderti quello che verrà dopo.

Moodboard: che cos'è

immagine

Fonte: WordPress

il moodboard è definito come una sorta di tecnica o strumento visivo. Esistono molti tipi di moodboard, ma di solito sono presentati fisicamente o graficamente. Tende ad essere correlato a ciò che conosciamo come collage, ma va oltre un semplice collage.

È un miscuglio di tutte le idee e le conclusioni che abbiamo ottenuto da un'ampia fase di analisi. Per farti capire meglio, è il risultato finale di tutte le prese in giro che abbiamo avuto durante il processo di editing.

A cosa serve

Il moodboard ha diversi obiettivi di progetto, ma alcuni di essi sono classificati in:

  1. È uno strumento capace di trasformare le nostre idee (concetti) sotto forma di elementi grafici o fisici. Riassume tutto ciò che abbiamo in mente e gli offre una certa forma, colore e consistenza.
  2. È dimostrato che quando progettiamo un moodboard il nostro campo creativo aumenta. E non è qualcosa di magico, ma lavoriamo su una parte della nostra mente dedicata esclusivamente alla creatività e al lavoro personale. È ciò che viene progettato per scartare su un moodboard la creatività e la personalità del designer contro il messaggio che vuole comunicare.
  3. Se sei in una fase di progettazione in cui ti sei bloccato e non riesci a trovare una via d'uscita, il design di una mood board è ottimo per questo tipo di situazione. Diciamo che è l'ancora di salvezza della stagnazione artistica, poiché aiuta a chiarire meglio le idee e ad organizzarle e inserirle nel cassetto corrispondente.
  4. Quando progettiamo un moodboard, dobbiamo anche renderlo chiaro e sapere cosa stiamo trasmettendo o comunicando un messaggio al nostro pubblico che lo vedrà. Ecco perché la moodboard deve essere progettata in modo tale da essere intenzionale. Il posizionamento e l'ordine di tutti gli elementi devono seguire alcune linee guida e un motivo. Per questo motivo non possiamo pensare a caso, poiché il processo deve essere lineare e accompagnare tutte le idee che abbiamo in mente.

Insomma, è una specie di armadio dove sono organizzati tutti i nostri disastri mentali.

Come progettare una moodboard

design della scheda dell'umore

Fonte: Domestika

Concetti o parole che definiscono il lavoro

La prima cosa che dobbiamo prendere in considerazione è su cosa si baserà il nostro moodboard, per quale pubblico, per quale scopo, quale tema utilizzeremo. Per rispondere a tutte queste domande dobbiamo fare un ampio elenco con concetti che ci avvicinano a una risposta chiara. Questi concetti possono essere vicini o lontani dal nostro progetto o da ciò che il cliente desidera. Si consiglia di annotare un totale di 10 concetti chiave e scegliere tra i primi 5. Meno aggiungi, più facile sarà per te decidere in seguito, ma meno idee avrai. Più scrivi, più sarà difficile scegliere, ma più idee proietterai in seguito. Tu scegli.

Cerca le cose che ti aiutano.

Un buon elemento chiave che serve per iniziare a proiettare le tue prime idee, sono senza dubbio le immagini. Le immagini sono elementi grafici visivi che, per la costruzione e i colori che ti contengono, puoi iniziare ad avere un'idea approssimativa di ciò che vuoi trasmettere. Per questo è importante che tu abbia una collezione di immagini, non molto ampia, ma più ne trovi, più idee avrai.. Grazie a questo esercizio mentale, aumenti la tua creatività e aumentano le possibilità di avvicinarti al tuo obiettivo finale.

Pensa agli altri elementi

Quando parliamo di elementi, ci riferiamo a tutti quegli elementi che possono essere grafici o fisici e che possono aiutarti nel processo creativo. In un moodboard è fondamentale che, oltre alle immagini, tu svolga anche un'ampia ricerca di altri elementi come texture, inchiostri cromatici, font che possano offrirti un carattere adatto e adatto al tuo progetto e al tono del messaggio vuoi comunicare. Insomma, non stare con un solo elemento, perché è importante tenere a mente tutti gli altri.

Scegli e inizia a progettare

Una volta che hai tutti gli oggetti disposti sul tavolo della tua scrivania o sul tuo computer, è il momento di iniziare la fase di scelta finale e di scarto finale. Per questo devi scartare ed eliminare quegli elementi che non ti servono, ma non basta eliminarli, devi avere un motivo ovvio su cui devi pensare in anticipo. A volte, i migliori moodboard sono stati realizzati con elementi riciclati dal cestino, cioè con elementi che sono stati scartati ma che, con una piccola trasformazione, sono diventati elementi imprescindibili per il tuo moodboard.

il processo finale

Se arrivi a questa fase finale è perché hai già optato per quegli elementi che vuoi vedere rappresentati sulla tua mood board. Ecco perché nella fase finale, devi solo metterli in ordine. Un ordine che si compone di una serie di schizzi prima del risultato finale e che dovrai anche decidere quale scegliere. Una volta che hai disegnato il moodboard, non ti resta che presentarlo. Per presentarlo, è importante mostrare il processo con cui lo hai progettato, perché è importante che il tuo pubblico o il cliente capiscano da dove provengono tutti questi elementi.

Strumenti per progettare una moodboard

disegno su tela

Fonte: Canva

vai sulla scheda dell'umore

Con questo strumento potrai progettare le migliori moodboard online. Si caratterizza per essere uno strumento facile da maneggiare. Inoltre, non è necessario creare un account precedente, né registrarsi o accedere. Con questo strumento puoi iniziare a progettare senza alcun problema. Offre una serie di template vuoti per ricominciare da zero o se preferisci, hai anche una serie di template già pensati per il tuo eventuale utilizzo.

niice

Niice è un altro degli strumenti principali per progettare moodboard, è caratterizzato dall'ampia categoria di immagini che ha, in questo modo sarai in grado di ispirarti e realizzare i migliori moodboard che avresti mai immaginato. Un'altra caratteristica di Niice da tenere in considerazione è che ha un'estensione Chrome, che ti consente di salvare e scaricare immagini durante la navigazione in Internet. La sua interfaccia è molto facile da usare, tutto quello che devi fare è trascinare gli elementi che ti interessano in una specie di spazio vuoto. Senza dubbio, è uno dei migliori strumenti per iniziare a progettare.

canva

Canva non poteva mancare a questa celebrazione di colori e texture. È un'altra delle applicazioni più utilizzate su Internet da molti designer e utenti.. Inoltre, ha un ampio catalogo di modelli disponibili, la stragrande maggioranza è gratuita e il resto è premium. Non solo ha modelli, ma puoi avere accesso a molti caratteri famosi e molti colori. Devi solo registrarti con una e-mail o con il tuo account Facebook e puoi goderti la vasta gamma di servizi che offre. Senza dubbio, è lo strumento più utilizzato negli ultimi anni.

Pinterest

Né possiamo tralasciare lo strumento principale della creatività e dell'ispirazione su Internet. Pinterest ha già più di 1 milione di utenti. E non sorprende perché offre una serie di bacheche creative cariche di immagini e illustrazioni per ispirarti. Per iniziare il tuo processo creativo, devi solo creare la tua prima bacheca, il programma salverà automaticamente gli elementi che ti interessano e nel suo motore di ricerca iniziale ti mostrerà quei design che sono simili e che sono vicini ai tuoi gusti. Senza dubbio una meraviglia.

Conclusione

Progettare una mood board non è la stessa cosa che progettare un semplice collage. Ma, come abbiamo potuto verificare, una sintesi e un ordine logico di tutti gli elementi che compongono il nostro progetto. Molti designer scelgono di progettare fisicamente le loro moodboard e poi digitalizzarle.

In questo modo possono giocare in prima persona con gli elementi, toccarne le trame e vedere i colori in modo reale. È un buon modo per proteggere meglio il tuo progetto.

Non hai più scuse per iniziare a progettarli, perché speriamo che tutti i suggerimenti e gli strumenti che ti abbiamo suggerito ti siano di grande aiuto.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.