Correggi le imperfezioni della pelle con Photoshop

Correggi le imperfezioni della pelle con Photoshop

Correggi le imperfezioni della pelle con con Photoshop Si è rivelata la bacchetta magica del settore della moda e della pubblicità, riuscendo a creare figure umane “perfette” utilizzando questo tipo di strumento. Photoshop È per eccellenza il miglior programma per il ritocco fotografico, ci permette di fare tutto quello che possiamo immaginare con risultati professionali. In questo post impareremo a gestire alcuni strumenti utilizzati per il ritocco della pelle e la rimozione delle imperfezioni (talpe, rughe ...) con Photoshop il tempo si ferma perché ci permette di ringiovanire.

Prima di tutto abbiamo bisogno di una fotografia con qualche tipo di imperfezione sulla pelle per poter lavorare su Pnegozio di foto. Una volta che abbiamo la fotografia, apriamo Photoshop e abbiamo iniziato a lavorare.

Prima, apriamo la fotografia  en Photoshop.

Una volta photoshop abbiamo diversi strumenti per questo tipo di lavoro:

  1. Strumento Pennello correttivo / Pennello correttivo al volo 
  2. Strumento patch
  3. Strumento tampone

Ognuno di questi strumenti ci offre un modo diverso di lavorare, il segreto per un risultato ottimale è giocare con tutti loro quando si effettua un ritocco fotografico.

La strumento buffer clone Funziona prelevando un campione che si attiva premendo il tasto alt, il campione deve trovarsi in un'area vicino al guasto che si vuole correggere. Dobbiamo giocare con l'opacità (menu in alto), il flusso (menu in alto) e la durezza del pennello. A poco a poco stiamo prelevando campioni e stiamo applicando il buffer nell'area che vogliamo correggere.

Lo strumento tampone clone viene utilizzato per correggere i difetti della pelle

Un'altra opzione per correggere i difetti della pelle è il strumento patch. Questo strumento funire per selezione, facciamo un file selezione del difetto che vogliamo correggere e poi spostiamo il cursore su un'area vicino alla pelle che non presenta alcun tipo di imperfezione. Si consiglia di prelevare campioni nelle vicinanze per evitare cambiamenti di luci e ombre.

Lo strumento patch ha due opzioni: origine e destinazione. il opzione di destinazione,  Ci permette di copiare l'area che abbiamo selezionato, in altre parole ci permette di copiare un neo, un brufolo, una ruga e altri tipi di inestetismi della pelle. L'opzione sorgente, consente di selezionare e correggere le zone difettose.

Lo strumento patch ha due opzioni

Il pennello correttore funziona bene simile al buffer clone. Questo strumento ci permette di aggiustare le aree passando sopra l'area da correggere, è anche possibile raccogliere campioni proprio come il buffer clone.

Per poter correggere tutti questi inestetismi della pelle utilizzando questi strumenti è sufficiente alternarne l'utilizzo perché ognuno offre possibilità diverse. Il raccomandazione al momento del lavoro lo è gioca molto con l'opacità, la fluidità e la durezza del pennello. 

Una volta chiarito il funzionamento di questi strumenti, applicheremo una serie di filtri per una pelle più liscia e senza macchie. dobbiamo fare una selezione dell'area che vogliamo levigare prima di applicare questi filtri. 

Per applicare questi filtri per prima cosa dobbiamo fare una selezione dell'area su cui vogliamo lavorare, in questo caso selezioniamo la skin utilizzando il Strumento maschera veloce. Questo modo di selezionare ci permette, come pennello, di realizzare un file selezione più precisa e confortevole. Il suo funzionamento è molto semplice, prima clicchiamo sull'icona per attivarlo, poi selezioniamo lo strumento pennello e iniziamo ad effettuare la selezione. Una volta terminata la selezione, dobbiamo solo dare nuovamente l'icona della maschera, in seguito il dipinto verrà modificato per una selezione. Per finire andiamo al menu superiore (selezione-inversione) per invertire la selezione e poter applicare le modifiche solo in quell'area selezionata.

Effettua selezioni rapide e convenienti con lo strumento Maschera veloce di Photoshop

Andiamo a menu superiore (filtro) e cerchiamo il file sfocatura gaussiana, Applichiamo una sfocatura morbida fino a ottenere una pelle più pulita.  

Ammorbidisci un'immagine usando la sfocatura gaussiana

Per finire, applichiamo un altro filtro che mira a dare alla pelle un po 'più di realismo ma senza mostrare quelle imperfezioni che abbiamo appena eliminato, per questo guardiamo nel menu in alto (filtro) rumore polvere e graffi, Applichiamo un filtro molto morbido fino a ottenere una pelle con qualche dettaglio.

filtro polvere e graffi photoshop

A seconda della fotografia, dovremo applicare una serie di valori diversi in ciascuno degli strumenti che utilizziamo, motivo per cui è essenziale imparare a controllare questi strumenti e quindi perfezionare la tecnica.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.