Formati di immagini vettoriali che dovresti conoscere (e utilizzare)

Formati di immagini vettoriali

Se lavori con i vettori, sicuramente Parlarti di formati di immagini vettoriali non ha senso perché li conoscerai tutti. Tuttavia, sai quando usarli ciascuno? E che differenza c'è tra loro?

Oggi ci concentreremo sui professionisti del vettore per aiutarti a comprendere tutti i formati di immagini vettoriali esistenti e qual è il migliore in ogni caso. Dobbiamo cominciare?

cos'è un vettore

cos'è un vettore

Ma prima di farlo, dovresti capire al 100% cosa intendiamo per vettore.. Questa è in realtà un'immagine che si caratterizza per essere composta da formule matematiche.

Esatto, e loro sono responsabili di posizionare ogni punto di quell'immagine su una griglia, in modo che tutto sia esattamente dove dovrebbe essere.

E cosa implica? Ebbene, tra le altre cose, in poter regolare la dimensione delle immagini senza perderne la qualità.

I vettori non sono sempre utilizzati nelle immagini, tutto dipenderà da ciò di cui hai bisogno nel tuo progetto. Ma è piuttosto interessante lavorare con loro.

Quali formati di immagini vettoriali esistono

formato

Ora che abbiamo chiarito cosa significa un vettore, Entriamo nei formati vettoriali. E anche se può sembrare che non ce ne siano molti, in realtà ce n'è una buona varietà. Anche quello che non ti aspetti.

Formato .AI

Questo formato è uno dei più conosciuti. Infatti, se utilizzi Adobe Illustrator, vedrai che, ogni volta che vuoi registrare un vettore, per impostazione predefinita ottieni questa opzione (anche se in realtà ce ne sono altre).

Si caratterizza perché, indipendentemente dalle dimensioni delle tue foto, avranno sempre la stessa qualità. Inoltre, se non hai aggiunto nessuno sfondo, non succederà come con il formato .jpg, che crea uno sfondo bianco automatico; In questo caso lo sfondo viene mantenuto trasparente (come con .png).

Ecco perché è uno dei più utilizzati nella grafica, nei loghi, nelle infografiche o anche nei progetti di stampa.

Formato .SVG

L'acronimo SVG si riferisce a Scalable Vector Graphics (o, che è lo stesso, Scalable Vector Graphics).

Si basa sul formato .XML ed è ampiamente utilizzato nel web design perché ottimizzato per questi usi. (specificamente per il linguaggio di programmazione, per poter essere indicizzato...).

In altre parole, non avrai problemi con questo formato di immagine vettoriale su Internet, sul tuo sito web, sul tuo blog...

Ecco perché l'uso che ne viene fatto ha a che fare con siti web, come loghi, pulsanti, moduli speciali, ecc.

Formato .EPS

L'acronimo che dà “vita” a questo formato deriva da Encapsulated PostScrip. In realtà è un vecchio formato che non molti usano, ma è ancora attivo perché vecchi e nuovi programmi continuano a riconoscerlo e possono funzionare con esso.

Ma se i disegni vettoriali che realizzi abitualmente hanno uno sfondo trasparente, sappi che non è la soluzione migliore salvarli.

Quando si lavora con il formato, Devi assicurarti che il software di editing lo riconosca bene in modo che non ti dia problemi.

Formato PDF

vettore di mele

Ricordi che ti abbiamo detto prima che saresti rimasto sorpreso da uno dei formati di immagine vettoriale? Ebbene, nello specifico, questo è il PDF che conosci da "tutta la tua vita".

In realtà, Non è un formato in sé, ma può essere utilizzato come tale. È un modo per garantire che qualsiasi programma di editing di immagini o vettori possa aprirlo senza problemi. Oltre ad altri programmi, anche se di sola lettura o con il browser.

E quali vantaggi ti dà questo formato? Beh, tanto per cominciare, la comodità di inviare documenti o addirittura di stamparli.

Immagina di aver realizzato un logo e di volerlo stampare su carta adesiva. Bene, potresti creare un PDF con quel disegno e stamparlo su carta senza avere problemi con l'apertura su un altro computer o sistema operativo e con gli elementi all'interno in movimento.

Formato .CDR

Infine, abbiamo questo formato sviluppato da Corel Corporation ed è quello che, Per impostazione predefinita, salverà i progetti realizzati nel programma Corel Draw (che, nel caso non lo sapessi, è per disegni e immagini vettoriali).

Ora, anche se possiamo dire che si tratta di un formato vettoriale esclusivo di Corel Draw, ciò non significa che non sia riconosciuto da altri programmi. In realtà è così e la stragrande maggioranza di loro non avrà problemi con questi file.

Sai già quali sono i formati di immagini vettoriali. E anche il possibile utilizzo che ciascuno di essi può avere. In questo modo, puoi utilizzare quello corretto a seconda del progetto che hai in mano per trarne la massima efficienza. Puoi darci qualche altro consiglio sui formati vettoriali?


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.