Marchio personale: sviluppa come marchio, conquista i clienti

personal branding

Tutti noi che facciamo parte del mondo creativo come professionisti sembriamo riluttanti a tutto ciò che ha a che fare con esso. mondo commerciale e il Marketing. Tendiamo a pensare che il concetto di marketing implichi bugie, inganno e che dietro una campagna coerente ci sia un prodotto o servizio di bassa qualità. Ma non deve essere così. In effetti nella maggior parte dei casi non è così, questo non è altro che un mito.

L'assenza di etica professionale o la qualità di un prodotto o servizio non deve essere in contrasto con il marketing, almeno non in modo negativo. Generalmente, quando viene creata un'identità coerente e attraente, di solito c'è un creativo appassionato di ciò che fa. Inoltre, è un dato di fatto che il curriculum vitae in quanto tale stia scomparendo. Al momento, quando un'azienda valuta la tua possibile assunzione, la prima cosa che fa quando riceve i tuoi dati è tenere traccia di tutte le informazioni che può estrarre su di te attraverso la rete. Considerando questo, ha molto più senso l'importanza di marchio personale (marchio personale) e la potente influenza che può avere per qualsiasi professionista.

Il tuo marchio personale è ciò che sei, è ciò con cui puoi contribuire e una garanzia di qualità. Per questo motivo, se non hai ancora sviluppato il tuo sigillo Proporrò alcuni primi passi molto basilari per iniziare a costruire il tuo brand plan e la tua strategia d'azione:

  • Se non sai dove stai andando, finirai da qualche altra parte: Possiamo stare sulla linea di partenza e mettere tutto di noi stessi per il previsto decollo, ma tutto questo cessa di avere senso se non abbiamo stabilito una meta più o meno chiara. Ogni strategia è costruita concentrandosi su un fine. Se non c'è fine, non c'è strategia e tutto diventa uno spreco di energia, tempo e uno spreco di significato. Quindi chiediti dove vuoi andare. Cosa vuoi ottenere dietro tutto questo: da un lavoro specifico al tuo primo lavoro o persino all'indipendenza come professionista che fa quello che ti piace.
  • Uno deve essere qualcosa per poter fare qualcosa: Sai cosa sei? Ti sei definito? In che settore ti trovi e cosa sai fare meglio? Come se fosse un prodotto, quando progettiamo noi stessi dobbiamo specificarci e posizionarci. Naturalmente, tieni presente che questo non significa necessariamente che dovresti costruire un profilo rigido e limitante. Se sei una persona poliedrica e puoi offrire buoni servizi in diverse aree, questa può diventare una componente differenziante. Potrebbero esserci molti grafici, ma non ci sono così tanti grafici che sono anche produttori di audiovisivi, per esempio.
  • Il tuo riflesso parla di te: L'immagine che proiettiamo di noi stessi è importante quanto i valori interni alla sua costruzione. C'è un detto che dice non c'è un libro che due persone leggano. Questo rappresenta molto bene quello che stiamo vedendo. Definirai uno schema, una figura, un lavoro di te stesso, ma ciò che gli altri percepiscono della tua costruzione varierà a seconda di molti fattori. Nessuno ti percepirà mai allo stesso modo, ma il tuo obiettivo sarà quello di avvicinarti il ​​più possibile a questo. Si tratta di guardare fuori e osservare noi stessi, anche chiedere consiglio. Studia l'immagine che stai creando da diverse prospettive e verifica se il tuo esercizio di comunicazione è stato davvero efficace. Se sei riuscito a trasmettere il messaggio e creare uno spazio unico.

Come puoi vedere, queste sono tre linee principali molto generali e aperte che sono in realtà focalizzate su un prisma più psicologico. Ciò che pensiamo e concepiamo sarà il cavallo di battaglia per poter utilizzare tutti i nostri strumenti. Organizza i tuoi pensieri e i tuoi obiettivi. Una volta fatto, avrai il 70% del lavoro svolto. Il resto sarà solo lavoro fare quello che ti piace e sentire che tutto ha un senso. Diventiamo creativi!

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.