Photoshop: luci e ombre a proprio piacimento con "Sovraesponi" e "Brucia"

immagine dell'intestazione

Una delle conseguenze più importanti dei numerosi aggiornamenti che il Photoshop Negli anni è la diversità delle varianti e delle forme con cui si può compiere una certa azione, a volte per ottenere lo stesso risultato, altre per stampare stili diversi sulla nostra creazione.

Sicuramente, il caso del controllo di luci e ombre  essere uno di quelli che illustra più chiaramente questo fenomeno. Oggi ci sono innumerevoli modi per controllare, all'interno di un'immagine, la quantità e l'intensità di ombre e luci. Possiamo farlo usando curve e livelli in Camera Raw o Photoshop, controllando neri e bianchi in più modi, manipolando contrasto, luminosità….
In questo tipo di casi, consiglio sempre tutte quelle modalità di lavoro che ci consentono a controllo personalizzato di ciascuno dei passaggi o, in altre parole, il modo manuale. Lo faccio per diversi motivi: ci viene offerta la possibilità di stampare il nostro stile personale sulle nostre creazioni, ci abituiamo a comprendere e interpretare meglio le immagini e si moltiplicano i possibili risultati che possiamo ottenere.

Pertanto, oggi vorrei parlarvi del controllo di luci e ombre utilizzando gli strumenti di "Sovraesporre" y "Sottoesporre" che, al di là di tutte le ragioni già esposte, contribuiscono a conferire una drammaticità molto particolare alle immagini-ritratto, conferendo loro una forza speciale e una certa tono irreale.

Una fotografia è fondamentalmente composta da luci e ombre. Imparare a modificarli in modo appropriato è il modo migliore per ottenere risultati espressività alla nostra nostra progettazione / creazione. Pertanto, questo è un passaggio inevitabile in qualsiasi processo di manipolazione delle immagini, sia in questo modo che in uno degli altri menzionati sopra.

Lo imparerai molto facilmente attraverso quanto segue lezione, in cinque semplici passaggi:

Tutorial per schivare e bruciare luci e ombre in Photoshop

Apri la tua immagine:

Apriamo la nostra immagine. Tieni presente che per quanto risoluzione più alta ha un'immagine, migliore sarà il risultato di qualsiasi manipolazione che desideri eseguire. Questo perché il pezzo della fotografia con cui stai lavorando (Un ombretto, una piega di un vestito ...) sarà definito da un numero maggiore di pixel. In questo caso userò una foto importata dalla mia macchina fotografica, quindi posso contare su 300 dpi e una dimensione considerevole. Lo useremo per lavorare sul viso del ritratto, anche se ricorda che questo è un effetto molto prezioso anche per lavorare sulle pieghe degli abiti e sulle ombre di tutto il corpo.

Paso 1

Crea un nuovo livello:

Creiamo un nuovo livello, che chiameremo  "Luci", applicheremo una modalità di livello "Sovrapposizione"e lo riempiremo con un file Grigio al 50%, come mostrato in figura.

Paso 2

Evidenzia le luci:

Con lo strumento "Sovraesporre" selezionato e variando le dimensioni e l'opacità del file pinza abbiamo iniziato a dipingere il file luminarie dell'immagine, sempre sul nuovo livello creato nel file Paso 2. Si consiglia di nascondere questo strato e mostrarlo ogni bit per vedere come sta andando il risultato del nostro lavoro.

Paso 3

Un altro nuovo livello:

Simile a come abbiamo fatto in Paso 2, creiamo un nuovo livello che chiameremo "Shades".

Paso 4

Crea le ombre:

Come nel Paso 3, ma questa volta con lo strumento "Sottoesporre", inizieremo a lavorare su sombre che vogliamo evidenziare dall'immagine. Una cosa che devi tenere a mente è che un'immagine è piena di luci e ombre, spesso ce ne sono molte di più di quelle che l'occhio può vedere a prima vista. Ogni piega, rigonfiamento o foro, di solito crea un'ombra e una luce. Questo è il motivo per cui di solito consiglio di abituarmi a usare il zoom, per individuare più facilmente le aree che vogliamo evidenziare.

Paso 5

Risultato e nota finale:

Confronta il risultato con l'immagine originale, ricorda che avremo sempre il vantaggio di modificare il file opacità dello strato o metodi di fusione a maltrattare i risultati a nostro piacimento. Una volta che abbiamo finito ci accoppieremo l'immagine, soprattutto se il nostro lavoro è destinato a qualsiasi tipo di supporto stampatoPoiché molto spesso, le macchine da stampa tendono a modificare tutti i tipi di sfumature negli strati di regolazione.

Risultato finale

Ed è così, come puoi vedere, l'immagine è dotata di una maggiore espressività di per sé, che di solito è molto utile per tutti i tipi di mezzi pubblicitari in cui si intende catturare l'attenzione del pubblico attraverso un'immagine. Questo fa parte del gran numero di mezzi, che rendono una fotografia praticamente subliminale per generare interesse.

Se il risultato non è di tuo gradimento, riprova ... Riprova! Niente come essere persistenti nell'apprendimento!


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.