Poster tipografici

poster tipografici paul rand

Fonte: Pinterest

I poster sono sempre stati presenti nelle nostre vite, in un modo o nell'altro, hanno partecipato a molti eventi. Ecco perché, in ogni poster, ci sono sempre elementi che prendono più risalto di altri.

In questo post ti presentiamo il mondo di manifesti tipografici, e per farvi capire fin dall'inizio che sono, diciamo che sono una sorta di mezzo di comunicazione, dove si dà molto risalto al tipografia sopra altri elementi, come colori, elementi grafici (figure) ecc.

Non solo spiegheremo cosa sono, ma ti mostreremo anche alcuni dei migliori esempi che sono stati progettati nel corso della storia.

Abbiamo iniziato.

Il poster

Il poster è definito come un mezzo di comunicazione di un'idea specifica che deve essere visto e compreso facilmente, il poster è solitamente diffuso in spazi frequentati da un vasto pubblico e frequentemente luoghi di passaggio quindi c'è poco tempo per analizzare le sue informazioni. Nel corso della storia del manifesto, le sue funzioni e ambiti di utilizzo sono cambiati ed evoluti, la storia del manifesto è legata all'evoluzione artistica della rappresentazione e della stampa.

È un tipo di design che si basa sull'ingegnosa combinazione di immagine e testo che fa sì che l'immagine attiri l'attenzione. L'arte ha avuto una grande influenza sul manifesto per la capacità informativa dell'immagine e per il potere di attrazione che ha, tuttavia è la psicologia che più ha esplorato al servizio della pubblicità nei comportamenti influenzati dai meccanismi della percezione umana.

Cosa comunica

Il design del poster dipende come qualsiasi prodotto di design da diversi elementi:

  • Cosa c'è da presentare? (Idee, prodotti, eventi...)
  • A chi è rivolto (pubblico di destinazione)
  • Luoghi in cui sarà diffuso.

Una volta individuati questi elementi, il designer si documenta per specificare come l'idea principale del manifesto si materializzi nelle immagini.

Il ruolo del testo come mezzo di informazione è secondario nel manifesto, ha la funzione di rafforzare l'immagine. Ma il design ha utilizzato i testi più che per costruire messaggi coerenti e ha ottenuto immagini molto suggestive come elementi principali nei manifesti. Qui puoi trovare alcuni suggerimenti e materiali per l'utilizzo della tipografia nei progetti di poster.

Tipi di poster

Esistono diversi tipi di poster, questo varia a seconda di cosa esattamente si intende comunicare e di chi ci si rivolge.

Informativo

È quel poster che è progettato per comunicare eventi, convegni, corsi, incontri sociali, spettacoli, ecc. Questo tipo di poster può essere presentato solo con testo, per il quale si consigliano lettere grandi su uno sfondo di colore contrastante. I testi dovrebbero fornire solo le informazioni necessarie.

Formativo

È usato come mezzo per promuovere l'istituzione di abitudini di igiene, salute, pulizia, sicurezza, ordine, ecc. Viene anche usato per promuovere atteggiamenti di fiducia, attività, sforzo, consapevolezza, ecc. 

Il manifesto tipografico

il futuro poster tipografico

Fonte: Graffica

Il poster tipografico non è altro che la definizione che vi abbiamo mostrato in precedenza, ma aggiungendo che, pur essendo totalmente informativo, va notato che l'unica cosa che prende il centro della scena è la tipografia.

Qui vi mostriamo alcuni poster, i cui caratteri sono molto riconosciuti nel settore del design grafico.

Poster tipografici

Baskerville

Poster sfondo bianco baskerville

Fonte: Etsy

Risultato del miglioramento di un carattere tipografico progettato da Guglielmo Caslon. Aumentato il contrasto tra i bastoncini sottili e larghi, rendendo i serif più nitidi, i bastoncini curvi più arrotondati e i caratteri più regolari. Il risultato era una maggiore leggibilità, la più caratteristica essendo il seme inferiore della Q maiuscola e le grazie del corsivo.

Didot

disegno del manifesto didot

Fonte: Domestika

È stato progettato da Firmina Didot nel 1783. A quel tempo e per 100 anni, vari membri della famiglia Didot lavorarono a Parigi come disegnatori, alcuni erano anche stampatori, tipografi, scrittori o inventori. Nel 1800 possedevano la più importante fonderia di Francia. Pierre Didot stampava libri con i caratteri disegnati da suo fratello Firmin.

Nuovo stile romano moderno

Il carattere Didot ha definito le caratteristiche del nuovo stile romano moderno con la sua estrema tensione verticale, il grande contrasto tra bastoncini spessi e sottili e le sue grazie dritte e fini che gli conferiscono un aspetto molto chiaro ed elegante. Il suo successo fu tale che divenne il tipo di Francia e lo standard nazionale per le pubblicazioni francesi. Era il carattere che Giambattista Bodoni usava per creare il suo Roman in Italia, e sebbene siano molto simili tra loro, quest'ultimo trasmette maggiore rigidità e robustezza mentre il Didot è più elegante e caldo.

Fu utilizzato per stampare una Bibbia latina nel 1785 e il Discours de Bossuet nel 1786. Negli anni successivi Didot aumenta il contrasto del suo tipo e diventa l'unico nella storia della tipografia ad incidere una famiglia di caratteri con incrementi di mezzo punto .

Autorità tipografica

Questo tipo lo rende un'autorità tipografica in Francia e di conseguenza Napoleone Bonaparte lo nomina direttore della Fonderia Imperiale, carica che manterrà fino alla sua morte nel 1836. Il tipo moderno di Firmin Didot diventa, nel tipo di Francia e nel standard nazionale per le pubblicazioni francesi, e sebbene questa accettazione non fosse universale di fatto ancora oggi molte pubblicazioni seguono il modello Didot.

Bodoni

Collage poster Bodoni

Fonte: Domestika

Carattere chiave all'interno dello stile moderno apparso alla fine del XVIII secolo e che rappresenta il culmine di 300 anni di evoluzione del carattere romano. Il suo disegnatore, Giambattista Bodoni (Parma, 1740-1813) fu nominato Re dei Stampatori grazie alla squisita qualità delle sue stampe.

Successo tipografico

Le edizioni di Bodoni ebbero un enorme successo grazie alla loro eccellente qualità, utilizzando ricche illustrazioni ed eleganti caratteri tipografici. Membri dell'aristocrazia europea, collezionisti e studiosi apprezzavano i suoi libri per i quali mescolava personalmente gli inchiostri, usava la carta della migliore qualità, disegnava pagine eleganti, le stampava e le rilegava magnificamente.

Intorno al 1798 Bodoni progettò un tipo con un grande contrasto nei suoi tratti e sottili grazie che segnò una rivoluzione per la comunità tipografica e che fu il punto di partenza dei cosiddetti caratteri "moderni".

Attualmente, più di 25.000 punzoni originali sono conservati nella collezione del Museo Bodoni di Parma (Italia).

bahaus 93

poster tricolore bauhaus

Fonte: Pixar

Design di Herbert Bayer

Il prototipo di questo carattere tipografico è stato progettato da Herbert Bayer, professore presso la famosa scuola Bauhaus di Dessau, in Germania, nel 1925 nei suoi sforzi per creare un carattere tipografico universale.

Il suo design risponde alle convinzioni e allo stile della scuola, ricercando la funzionalità nell'eliminazione degli elementi, lasciando la tipografia nel suo aspetto più elementare.

Riprogettazione nel 1975

Edgard benguiat insieme Victor caruso hanno ridisegnato il carattere nel 1975 per l'ITC. Il risultato fu una lettera composta da forme geometriche, molto semplici e monotone, che rispecchiavano lo stile dell'epoca ma che non superava la prova del tempo, perdendo l'universalità e l'oggettività che intendeva.
Può essere utilizzato in design che ricordano gli anni '20 e l'era Art Deco con linee semplici.

Courier New

corriere blu nuovo poster

Fonte: Pinterest

Design di Howard Bud Kettler per IBM

Howard Bud Kettler fatto il disegno originale. Nel 1955 IBM gli commissionò la creazione di un carattere tipografico specifico per le sue nuove macchine per ufficio. Poiché la società non è riuscita a registrare i diritti d'autore esclusivi, il carattere si è diffuso rapidamente, diventando uno standard nel settore della dattilografia.

Riprogettazione di Adrian Frutiger

Adrian frutiger in seguito ha ridisegnato questo carattere per la serie di macchine da scrivere elettriche IBM Selectric, creando la Courier New. Quest'ultima, nella sua dimensione di 12 pt, è stata la fonte ufficiale degli scritti del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti fino al gennaio 2004, anno in cui è stata sostituito dal 14 pt Times New Roman. Le ragioni di tale cambiamento includevano l'intenzione di "modernizzare" l'aspetto e "migliorare la leggibilità" dei loro documenti.

Conclusione

Come avrai visto, ci sono molti design disponibili da diverse fonti, che oggi sono i più utilizzati dai grafici.

È interessante sapere che, pur non comunicando alcuna informazione rilevante, sono molto utili per presentare conferenze o pubblicità sul font visualizzato. In molte scuole di design, questi tipi di poster continuano a essere progettati, perché viene costantemente attribuita molta importanza al design del carattere scelto.

Pertanto, ti invitiamo a scegliere uno dei caratteri che ti abbiamo mostrato, o a fare una ricerca personale attraverso il tuo browser, e iniziare a progettare e lasciarti trasportare dal design di ogni carattere, aggiungere colore al tuo poster e riempirlo con la vita. Una volta che lo hai, crea una buona composizione e mostra il nome del tuo carattere tipografico sul poster.

È così chiaro e semplice.

¿I Animas?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.