Mille brindisi per creare questa immensa opera d'arte

Mille toast

Le eventi più disparati A volte li troviamo in questo modo per mostrare fino a che punto puoi spingerti per attirare l'attenzione su Internet e sui social network dove mi piaci di solito fa la differenza tra un artista e l'altro, quindi se ti viene in mente un'idea molto geniale, non farlo ritardo nel crearlo, visto che dietro l'angolo puoi trovarne un altro che capita ai giorni.

Uno di quelli disparati e divertenti allo stesso tempo, è quello accaduto da Jolita Vaitkute ​​ed è stato progettato per apertura di una fabbrica di pane che volevano decorare con un'opera d'arte diversa e che allo stesso tempo avesse quel tema ben legato a quel cibo che consumiamo abitualmente quotidianamente. Mille brindisi per comporre quest'opera d'arte originalissima che attira molta attenzione.

Quando la vedo, quello che mi viene in mente è quanti toast erano rimasti sulla strada per poter trovare quello speciale che servirà per dare l'ultimo dettaglio, anche se questo è meglio se lo lasciamo un segreto.

Mille toast

L'artista, dopo alcuni mesi cercando di capire l'idea di elaborare il concetto definitivo per creare quello lavoro così specialeHa pensato di ricreare un frammento della città di Vilnius in Lituania. Questa è stata sicuramente la parte più semplice, poiché il resto del lavoro è stato abbastanza difficile da mettere fuori questo artista del pane a un certo punto.

Mille toast

Infine, il lavoro è stato terminato con dimensioni di 3,5 x 2,5 metri e circa 1064 toast di pane. Ci sono volute 50 ore di lavoro per finirlo e quindi avere la più grande opera d'arte fatta di pane tostato.

Processo

La cosa curiosa è che durante il trasporto l'artista doveva farlo rifarlo tre volte in modo che, finalmente, la fabbrica del pane avesse questo bellissimo frammento di quella città come decorazione perfetta.

Puoi seguire l'artista da Facebook o il tuo sito web.

Dato che siamo con il pane, alcune ciambelle molto spaziali.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Javier Ramos Fuentes suddetto

    quando qualcosa viene messo nella pentola ah ah ah ...