Milton Glaser e il logo che lo ha reso famoso, il “Io? NY "

diversi modelli

Quando osserviamo a logo, il design della copertina di un disco o di un libro tante volte ci chiediamo chi ci sia dietro la sua creazione, uno dei più noti è il famoso logo di New York City che legge in lettere nere su sfondo bianco “Io? NY ".

Il puro semplicità di questo design, le migliaia e migliaia di volte che l'abbiamo visto e l'enorme quantità di copie che sono state fatte su t-shirt, tazze da caffè, bandiere, felpe, ecc. Ci fa chiedere chi sia il suo creatore, chi non è altro che Milton Glaser.

Milton Glaser porta il design grafico nelle sue vene

un famoso grafico

Milton Glaser è nato a New York nel 1929 all'interno di una famiglia di immigrati ungheresi. Nel 1948 iniziò i suoi studi presso la rinomata Cooper Union Art School, da cui in seguito diventerebbe direttore.

Nel 1951 emigra in Italia per continuare la sua estudi presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna con il Pittore Giorgio Morandi.

La tua prospettiva creativa va dall'illustrazione all'architettura. Creatore prolifico di poster, diventa una figura molto influente nel pensiero progettuale e formazione attuale ed è considerato uno dei rappresentanti più famosi della scuola americana di grafica.

Nel 1955 Glaser tornò a New York dove, insieme a Seymour Chwast, Edward Sorel e Reynol Ruffin fonda il famoso studio di design Simbolo grafico. Lo stile unico dello studio ha stimolato l'immaginazione del mondo del design con il suo approccio audace al design e all'illustrazione. Durante i suoi anni in elo studio Glaser Ha impressionato il mondo con il poster del famoso album Greatest Hits di Bob Dylan nel 1967.

Creatore di design unici e indimenticabili

Creatore di oltre 300 famosi poster con il quale si è fatto un nome nel mondo del design, Glaser divenne parte integrante della cultura nordamericana con la creazione del logo I Love NY, logo che ormai è parte integrante del paesaggio di questo Paese.

Ma questi non sono i file I meriti unici di Glaser che è anche responsabile della grafica e dei programmi di decorazione dei ristoranti degli scomparsi World Trade Center Trader, la nuova immagine dei supermercati dell'Unione di cui è responsabile non solo della pubblicità, ma anche dell'architettura, dell'adattamento degli interni e del packaging sono prodotto della tua creatività.

Tra gli altri punti salienti che possiamo citare l'ideazione di un simbolo internazionale designare l'AIDS per l'OMS, tra molte altre opere.

Nel 1983 ha fondato con Walter bernard lo studio WBMG specializzato nella progettazione di pubblicazioni e riviste, i suoi lavori sono le riviste: Jardin des Modes; L'Europeo; New West; L'Express; Canali; The Washington Post Magazine, New York Match, Paris Match; e il rinnovamento del quotidiano spagnolo La Vanguardia che lo ha assunto per apportare un profondo cambiamento alla pubblicazione in coincidenza con la sua conversione al colore.

L'elenco delle sue creazioni è davvero ampio e ci vorrebbe più un libro che un semplice articolo per capire le sue contributo importante al mondo del graphic design. Tale è il riconoscimento di questo designer da parte del mondo dell'arte che il suo lavoro è permanentemente esposto in musei importanti come il MOMA, The Israel Museum e il famoso Smithsonian Istituto nella capitale nordamericana. Tra i tanti riconoscimenti meritati negli anni, uno potrebbe evidenziare quello ricevuto nel 2004. Il Premio alla carriera dallo Smithsonian Cooper-Hewitt, National Design Museum, per il suo contributo ampio, profondo e significativo alla pratica del design contemporaneo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.