Principi di progettazione grafica

Principi di progettazione grafica

Hai mai sentito parlare dei principi del design grafico? Queste sono come una sorta di regole che ogni professionista dedito alla progettazione grafica deve seguire in tutti i suoi progetti. Ma sai quali sono?

Se non ne hai sentito parlare, o ne hai dimenticato uno, allora lo faremo raccontarti di tutti quelli che esistono e che dovresti sempre mettere in evidenza nei tuoi progetti.

Da dove vengono i principi della progettazione grafica?

Da dove vengono i principi della progettazione grafica?

Sappiate che i principi della progettazione grafica non sono qualcosa che è stato inventato. Lo sono in realtà basato sulle 13 leggi della Gestalt che ha stabilito che quei 13 punti erano i più importanti e quelli che inquadrano i cosiddetti principi della percezione umana.

Questi sono:

  • Totale
  • struttura
  • Dialettica
  • contrasto
  • chiusura
  • Carnagione
  • gravidanza
  • Invarianza topologica
  • mascheramento
  • Il principio di Birkhoff
  • Di fiducia
  • Memoria
  • Gerarchia

Fondamentalmente ci provano stabilire un tutto su ciò che percepiamo visivamente. Per questo motivo i principi della progettazione grafica si basano su questi.

E quali sono questi principi di progettazione grafica?

E quali sono questi principi di progettazione grafica?

In diverse pubblicazioni ci dicono che ce ne sono sei. Altri parlano di sette principi. Qui dettagliamo quali sono.

Allineamento

Iniziamo con un principio che consente al testo, con il resto del design, di apparire corretto e appropriato. In altre parole, allineati.

Così, quello che otteniamo è mantenere l'ordine tra gli elementi, allo stesso tempo ci permette di combinarli in modo che sembrino uno.

È come se avessero una linea che li univa e, con l'allineamento, si otteneva questo.

Un esempio è se allineiamo tutto a sinistra e a destra, o se ci allineiamo al centro facendo sembrare che il disegno si distingua dal progetto mentre gli altri elementi sui lati gli conferiscono profondità (creando così un effetto 3D).

Saldo

Nella progettazione grafica, l'equilibrio non è che metti gli stessi elementi sui lati per farlo sembrare lo stesso, significa che devi controllare il “peso visivo”. Cioè, devi creare un equilibrio nel suo insieme.

Quando lo ottieni, gli utenti saranno in grado di concentrare il loro sguardo sui punti che desideri, su quelli a cui hai dato più importanza senza che sembri che tu stia dando la priorità a uno spazio rispetto a un altro. Inoltre, è in grado di evocare emozioni.

Un esempio potrebbe essere quando posizioniamo alcuni elementi a sinistra ea destra, devi posizionare qualcosa per compensare (e che gli occhi non vadano solo a sinistra, ma contemplino l'intero disegno).

Enfasi

L'enfasi può essere definita così parte del design che vogliamo sia protagonista dell'insieme. Ad esempio, se vuoi creare un poster per una fiera del libro, quello che dovrebbe avere più risalto è un libro, una donna che legge, un uomo che guarda una libreria... Ma i libri sono quelli che dovrebbero attirare l'attenzione.

Potrebbe anche essere il titolo di quel poster. Il nome della fiera, o anche la data e il luogo in cui si terrà.

contrasto

Con il contrasto puoi arrivare a mettere in risalto una parte del disegno, ovvero ottenere qualcosa di sorprendente, che affascina l'utente quando lo vede. Può essere un'immagine, un testo, una tipografia o un altro elemento.

Il più comune è utilizzare i contrasti di colore per consentire la differenziazione e allo stesso tempo enfatizzare.

Ad esempio, immagina di dover realizzare un poster nei toni del blu. Se la metti così non otterrai alcun contrasto e, a causa dei colori, potrebbe passare inosservata. Ora immagina lo stesso poster in blu ma con alcuni elementi in bianco e giallo. Cosa metteresti in evidenza di più? Bene, ecco quale sarebbe il contrasto.

Proporzione

In proporzione devi capire il dimensione visiva e peso degli elementi che hai utilizzato nel layout. Cioè, dall'insieme totale di elementi per sapere se sono troppo grandi, se sono troppo piccoli o se è troppo sovraccarico.

Quando tutti gli elementi hanno le dimensioni corrette e la posizione esatta, si dice che la proporzione è corretta. Puoi effettivamente raggiungere questo obiettivo con allineamento ed equilibrio.

Spazio bianco

Quando fai un disegno, quello che non ti viene in mente è che devi riempire tutto. È anche necessario avere spazi vuoti, detti anche spazi negativi. Come mai? Perché consente al lavoro di "respirare", in modo che non sembri così sovraccarico.

Nel caso non lo sapessi, quello spazio vuoto viene utilizzato per creare un'organizzazione e una gerarchia. È come se dicessi a chi vede il design dove devi concentrarti e dove puoi rilassarti.

ripetizione

Non pensare che la ripetizione sia sbagliata. A volte è necessario evitare di sovraccaricare il design. Normalmente ciò si verifica con colori o caratteri, sebbene possa essere anche il caso con le immagini.

Naturalmente, non abusare della ripetizione. Devi vederlo come un elemento che rafforzerà il riconoscimento di un marchio, un elemento, un prodotto, ecc.

Mozione

Questo principio non è sempre utilizzato, ma chi è esperto fa sembrare vivo qualsiasi progetto. E questo è molto importante perché renderà chiunque lo veda incapace di distogliere lo sguardo.

Ma per ottenere il movimento devi far combaciare tutti gli elementi e allo stesso tempo creano un effetto visivo che sembra muoversi. Per fare questo, devi lavorare non solo con esso, ma anche con equilibrio, contrasto e allineamento.

Non sempre sarai in grado di ottenerlo, ma nei poster musicali, o in quelli che riguardano attività "mosse", puoi sempre provare a creare questo effetto.

Come vengono utilizzati

Come vengono utilizzati i principi

Ora che sai quali sono i principi della progettazione grafica, dovresti saperlo i progetti non devono seguire tutti i principi alla lettera. Normalmente, 1-2 di essi vengono ignorati per ottenere un risultato impressionante. Quello su cui dovresti essere chiaro è che tutto il design deve comunicare. Se lo perdi, non importa quanto tu pensi che sia buono, non ti farà molto bene.

Inoltre, Se sei appena agli inizi, non è consigliabile ignorare queste regole. Devi prima imparare a usarli correttamente in modo che, con l'esperienza, saprai fino a che punto puoi permetterti di saltarli.

I principi della progettazione grafica ti sono chiari?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.