Regole di terzi

famiglia

Non va confusa con la regola dei terzi per le cose legate al mondo della subacquea, termine stesso, ma incentrato sull'organizzazione militare. Qui andiamo al punto centrale di questo blog, relativo al design ea tutto ciò che ha a che fare con il mondo dell'arte in tutta la sua ampiezza; giochiamo persino con linguaggi di programmazione, programmi e modi diversi per dare maggiore entità all'essere creativi.

La regola dei terzi proprio come ci siamo conosciuti pochi giorni fa con la sezione aurea e usare un righello per trovare il rapporto più "bello" per gli occhi dello spettatore è un guida che si applica al processo di composizione delle immagini visive, come disegni, film, dipinti e fotografie. In questo modo potremo avere una base su cui posizionare i diversi elementi in modo che siano posizionati sapientemente attraverso quelle linee e le loro intersezioni.

La regola dei terzi

Chiunque difenda questa regola dei terzi, spesso la chiama a ottimo modo per allineare un soggetto a quei punti che sono in grado di creare più tensione, energia e interesse per la composizione rispetto a quello di focalizzare l'attenzione sul soggetto.

Paesaggio

Un la fotografia è il miglior esempio per esprimere rapidamente l'inizio di questa regola. Abbiamo un tramonto nell'immagine con un albero che sarebbe il soggetto principale della fotografia, ma che è lasciato un po 'a destra per ottenere una composizione più armoniosa che se fosse al centro della cattura.

Regola

El l'orizzonte si trova sulla linea orizzontale che divide il terzo inferiore della fotografia dalle due parti superiori. L'albero si basa sull'interesse delle due linee, che potremmo chiamare il punto di interesse dell'immagine. Anche se c'è da dire che questo punto non dovrebbe toccare nessuna di quelle righe per sfruttare la regola dei terzi.

Un altro dettaglio è la parte più luminosa del cielo vicino all'orizzonte, dove il sole sta per tramontare, ma non va direttamente a una di quelle linee, anche se cade vicino all'incrocio due delle righe, sufficienti per poter parlare di questa regola e comprenderla meglio visivamente.

Matrimonio

Possiamo dire che questa regola assicura che comprendiamo un modo migliore per comporre un'immagine visiva. Invece di concentrarti sull'argomento, mettilo un po 'da parte, in modo che il resto degli elementi abbia un ruolo leggero e siano in grado di armonizzarsi in modo tale che la cattura o il design assumano una maggiore integrità. Le foto panoramiche di paesaggi lo esemplificano al meglio quando usiamo la regola dei tre terzi.

Devi solo guardare la maggior parte delle app della fotocamera dello smartphone, per rendertene conto lasciate mettere la griglia dei tre terzi per avere una guida per semplificarci le cose quando scattiamo foto.

Alcuni dettagli da tenere in considerazione durante la composizione

Un altro punto chiave è allineare il soggetto sulle linee guida e nei punti di intersezione, per lasciare l'orizzonte in alto o in basso. Lasciamo due terzi per il cielo o un terzo per il cielo quando componiamo un'immagine panoramica di un paesaggio.

Atardecer

La ragione principale per l'esistenza della regola dei terzi è allontanare il soggetto dal centro o evitare che l'orizzonte divida l'immagine in due equamente. Con questo in mente, possiamo migliorare rapidamente questa regola e applicarla a infiniti lavori per tutto ciò che ha a che fare con il design, l'arte, la fotografia e altro ancora. Inoltre, tenendo presente questa regola, possiamo guardare le riprese cinematografiche di molti film che prendono in considerazione i terzi in un altro modo.

Foto

Se siamo nel caso in cui stiamo fotografando una persona, la cosa comune è allineare la parte superiore del corpo alla linea verticale e gli occhi della persona su una linea orizzontale.

Qual è la storia della regola dei terzi?

nostri dobbiamo andare nel 1797 per incontrare John Thomas Smith. Nel suo libro "Remarks on Rural Scenery", quest'uomo cita un'opera di Sir Joshua Reynolds, in cui discute alcuni nuovi termini che hanno a che fare con la luce oscura in un dipinto. È qui che Smith inizia con l'idea della regola dei terzi così che oggi è comune a molti tipi di lavori.

Commento

Potremmo passare alla filosofia inserendo le parole dette da Reynolds in cui parla di due luci diverse e uguali che non dovrebbero mai apparire nella stessa immagine. Quello che dovrebbe essere è un principale e il resto "subordinato", sia per dimensione che per grado. Parti diseguali e le loro gradazioni dirigono facilmente l'attenzione da una parte all'altra, mentre parti dello stesso aspetto sono sospese in modo strano.

Alcune idee che hanno cominciato a concepire la regola dei terzi e che sono usati magnificamente da molti artisti. Un concetto base per l'arte e che deve essere dotato senza tante cerimonie affinché le nostre opere assumano un altro significato, piuttosto che andare verso il casuale o il creativo che può derivare dalla nostra arte.

La pratica fa la maestria

Seguendo questa base per la regola dei terzi, possiamo accoglierlo facilmente nella nostra quotidianità per rendersi conto che le fotografie che prendiamo, iniziano ad allargarsi di significato e sono in grado di prestarsi a mostrare l'armonia che può esistere in quella scena che riprendiamo. A poco a poco lo stabiliremo senza quasi renderci conto che stiamo usando questa regola nella maggior parte dei lavori, soprattutto quando vogliamo lasciare il soggetto sullo sfondo e lasciare che gli altri elementi possano dargli più significato.

Dalí

All'inizio sembrerà sciocco, ma alla lunga capiremo meglio la base filosofica e armoniosa esistente in questa regola. Potremmo anche capire che le regole sono fatte per essere infranteMa comunque sia, la verità è che ci sono numerosi artisti che ci mostrano con la loro arte che non è così. Possiamo sempre darci la libertà di creare liberamente, ma queste righe possono aiutarci in certi momenti a intravedere quell'idea di cui avevamo bisogno per la composizione finale. Sono strumenti, in fin dei conti, che abbiamo in mano per poter risolvere tutti i tipi di problemi e, soprattutto, quando il più creativo della nostra arte non ci viene in aiuto.

La regola dei terzi nella fotografia

A causa del grande potere che abbiamo nelle nostre mani con la maggior parte degli smartphone che sciamano sul mercato, questa regola di base è la principale per catturare belle immagini. Nelle fotografie panoramiche, la cosa normale è posizionare l'orizzonte al centro della composizione, come abbiamo detto prima nell'errore che molti spesso fanno. Quello che devi fare è posizionare l'orizzonte su una delle due linee orizzontali. Un altro aspetto da tenere in considerazione è includere un oggetto che possa essere al centro della scena nella foto. Potrebbe essere un albero in cima per metterlo sulla regola dei terzi.

Urbana

Lo abbiamo già detto le persone devono essere posizionate all'esterno di uno dei lati del telaio. Questo apre quello spazio più ampio e mostra l'ambiente del soggetto, il che rende l'immagine di maggiore bellezza se sappiamo come applicare bene questa regola. In un ritratto, sarebbe la linea orizzontale degli occhi della persona ritratta che dovrebbe essere posizionata su una delle due linee del righello.

ritratto

Un altro trucco per la fotografia è che se stiamo guardando un oggetto molto allungato che potrebbe dividere l'immagine in due, è meglio spostalo leggermente verso uno dei lati in modo che non calpesti nessuna delle linee verticale e lasciare, ancora una volta, quello spazio aperto che fa "respirare" la fotografia.

Nelle foto con soggetti in movimento, devi guardare da vicino dove si stanno muovendo, per lasciare quello spazio aperto che è in grado di tracciare il percorso che farà di conseguenza e senza brusche.

Movimiento

E sempre, avremo nei programmi di editing la possibilità di ritagliare l'immagine per soddisfare la regola dei terzi senza grossi problemi. Alcuni dei programmi più popolari, come Adobe Photoshop e Lightroom, hanno gli strumenti di ritaglio necessari per posizionare perfettamente il soggetto in base a tutto quanto detto sopra e riflettere bene quella linea di base.

Ricorda che questa regola si applicherà sempre a qualsiasi situazione, anche infrangendola con saggezza e creatività, puoi risultato in una fotografia provocatoria che dà altri sensi diverso da quello che sarebbe se usassimo la regola dei terzi.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Fjan suddetto

    Ogni volta che vedo un articolo interessante sulla composizione, come questo, gli esempi mi mancano ... Il che mi porta a chiedermi se capisci o meno la regola che spieghi ...

    Buon articolo! Non tanto gli esempi!