taglia b5

taglia b5

Fonte: Sergei

La carta è uno degli elementi base da sempre esistiti, sia che si parli di stampa, arti grafiche o disegno artistico. Non solo dobbiamo enfatizzare tutto ciò che costituisce una semplice pagina o carta, ma anche tutta una serie di caratteristiche che lo rendono funzionale per tutto ciò che lo utilizziamo.

In questo post, veniamo ad approfondire queste caratteristiche, soprattutto se parliamo di dimensioni e dimensioni. Ma c'è una dimensione che di solito si distingue dal resto poiché se ne parla poco ed è sconosciuta tra una grande folla di persone, la dimensione b5.

Se il tuo obiettivo è saperne di più su questo argomento, resta con noi fino alla fine del post.

Carta in formato B5: che cos'è

formato b5

Fonte: formato

Il formato B5 È un tipo di carta le cui misure comprendono e vanno da 178 x 250 mm, in pollici corrisponderebbe a un totale di 6,9 x 9,8 pollici. Si tratta di una taglia che difficilmente viene apprezzata normalmente poiché è una taglia molto piccola. Per farti capire meglio, è una dimensione adatta per leggere libri, disegnare libri, agende, diari, ecc. Pertanto, è molto richiesto nella stampa, poiché viene stampato in grandi quantità.

Questo formato è catalogato all'interno della serie B di tutte le misure che esistono su carta. Come parte della serie B, resta inteso che fa anche parte della norma ISO 216. In breve, è un formato progettato per funzionare in modo più piccolo e ristretto. Ciò che spicca di più di questo formato è che di solito è abbastanza funzionale, il che consente al pubblico di utilizzarlo per obiettivi e scopi diversi. È un formato cartaceo con il quale non ti stancherai di lavorare e svolgere diverse attività.

caratteristiche generali

  • taglia B5 Convive con altri formati di carta, che partono da B1, B2, B3, B4 e B5. Ci sono altri formati che rientrano nella stessa categoria di formati e, tuttavia, le misure che troviamo differiscono tra loro per dare origine a nuovi modi di utilizzare la carta.
  • Un altro dettaglio da tenere in considerazione è senza dubbio il suo scarso utilizzo per la stampa e il suo elevato utilizzo nella stampa o nel design editoriale. È un format che ha convissuto molto bene con altri aspetti del design ed è qualcosa che lo caratterizza molto.
  • Infine, va aggiunto che si tratta di un formato che si può trovare in diverse cartolerie, tra cui molti programmi di prestampa, sono già adattati con tutti i formati in modo da dover solo impaginare il documento e portarlo a stampare direttamente. Grazie a queste nuove tecnologie, non è impossibile poter lavorare con diversi formati che ci aiutano a realizzare i nostri progetti in modo più piacevole e confortevole.

Come hai potuto verificare, il formato B5 è un formato piuttosto particolare e molto caratterizzato tra gli altri formati che lo circondano. Successivamente, parleremo dei tanti altri formati esistenti e di alcune delle loro funzioni principali.

Altri formati cartacei

formatos

Fonte: Sotel

Formato A0

Il formato A0 è un formato considerato il formato madre. Vale a dire, È la misura di base da cui nascono o partono il resto delle diverse tipologie che esistono e che conosciamo. È quindi il più grande e quello che funziona in molti settori professionali.

Vale a dire che settori come il design o la prestampa tendono ad utilizzarli un po', poiché sono molto grandi e quindi ci consentono una metodologia di lavoro abbastanza comoda ed efficiente, quando si tratta di realizzare i nostri progetti.

Formato A1  (594X841)

È un formato che, a prima vista, può sembrare simile al precedente, ma mantiene altre caratteristiche in termini di dimensioni essendo un po' più piccolo. Tuttavia, è abbastanza grande e viene solitamente utilizzato per usi o obiettivi diversi, in particolare in cartografia, poster, banner o qualsiasi altro supporto o mezzo pubblicitario che richiede grandi dimensioni.

In breve, il formato A1, sì, è uno dei più utilizzati nella stampa e quello che di solito si distingue dagli altri, poiché le sue grandi dimensioni consentono progetti di grande importanza e visualizzazione.

Formato A2 (420 x 594)

Il formato A2 si caratterizza per essere la metà del formato precedente. È un tipo di carta dove di solito è molto apprezzato in temi come segnaletica, poster, fotografia, design, calendari o alcune cornici realizzato nella fotografia digitale. È uno dei formati più utilizzati e può essere molto utile se devi progettare con misure e dimensioni abbastanza grandi e larghe. Insomma, una meraviglia per tutti coloro che amano lavorare in grande e che non consentono dimensioni più piccole o minute.

Formato A3 (297 x 420)

È uno dei formati che meglio si adatta oggi alla stampa. questo formato, Insieme ad altri come il formato A4, sono i più comuni da vedere e i più rappresentativi in ​​molte copisterie. Di solito viene utilizzato per stampare illustrazioni di disegni, poiché è un formato adatto per essere utilizzato nell'illustrazione. Funziona molto bene anche per grafica, design, fotografia, riviste, alcuni diplomi ecc. È una misura che di solito è determinata dal suo uso peculiare. Insomma, lo trovi in ​​qualsiasi negozio o cartoleria e in grandi quantità di confezioni.

Formato A4  (210 x 297)

È certamente la dimensione effettiva di un foglio. SÌ mentre lo leggi, è la dimensione di tutte le pagine che di solito abbiamo a casa per scriverci o lavorarci. È la dimensione più comune e quella più utilizzata. Tutti abbiamo usato un foglio ad un certo punto della nostra vita. Di solito è usato ed è molto comune trovarlo su riviste, quaderni, quaderni per la scuola dove puoi fare i compiti, contratti di lavoro dove firmi la prima busta paga, ecc. Usi infiniti che puoi trovare in migliaia di cartolerie o negozi.

Formato A5 (148 x 210)

Il formato A5 si caratterizza per essere più piccolo del formato stabilito, che è A4. È il formato tipico del famoso quaderno che tutti abbiamo avuto ad un certo punto, sia al lavoro che a casa, ma ne abbiamo sempre uno a portata di mano per annotare ciò che è necessario e importante. Per farti capire meglio, è il tipo di carta su cui scrivi solo quelli di cui hai bisogno. Una carta di dimensioni ridotte che puoi trovare sia nei depliant, come nelle riviste o in altri tipi di media. È un formato molto comodo se sei abituato a lavorare con piccoli formati.

Formato A6 (105 x 148)

È senza dubbio una delle taglie più piccole in circolazione. Lo riconoscerai poiché appare molte volte in molti biglietti di auguri o di Natale. È un formato con cui di solito lavoriamo molto o utilizziamo regolarmente. Per farti capire meglio, è il piccolo ma più standardizzato taccuino che di solito abbiamo in macchina o a casa per annotare la lista della spesa. Una misura che è stata ampiamente utilizzata ed è molto utile per fare annotazioni rapide che non richiedono molto lavoro.

Formato A7 (74 x 105)

Se il formato precedente ti sembra già un formato molto piccolo e ridotto, questo formato è piccolo la metà del precedente. Il formato A7 è particolarmente caratterizzato dall'essere rappresentato in diversi media come un calendario tascabile. È anche spesso visto in opuscoli pubblicitari o biglietti di auguri. Senza dubbio, è un formato che può essere utilizzato per diverse risorse e media. Inoltre, è possibile utilizzarlo anche per altri scopi. Possiamo anche trovarlo in diverse cartolerie o negozi simili.

Formato A8 (52 x 74)

Il formato A8 è un formato molto piccolo, così piccolo che sta in tasca o anche nella tua borsa. Di solito include le carte che di solito porti nel portafoglio, comprese quelle più personali come la tua carta d'identità. Se sei un designer e hai bisogno di realizzare dei biglietti da visita per il tuo marchio, annota queste misure nel tuo blocco note formato A7 e inizia a progettare con questo tipo di formato abituale. È un formato più difficile da trovare in alcune cartolerie o stampanti, ma è possibile trovarlo su alcune pagine web.

Conclusione

Il formato B5 è un formato che solitamente si caratterizza per le sue dimensioni. I formati cartacei sono stati studiati per comprendere meglio alcuni accorgimenti necessari per il corretto utilizzo della carta e per un modo molto più comodo di lavorare e proiettare le proprie idee.

Ci auguriamo che tu abbia imparato di più su questo particolare formato e che abbia trovato interessante conoscere alcune delle misure dei formati più standardizzati sul mercato. Ora tocca a te scegliere il formato con cui lavori meglio ai tuoi prossimi progetti o provarne di nuovi.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.