architettura del marchio

architettura del marchio

Fonte: Fattore Ñ

Quando progettiamo un determinato marchio o realizziamo qualsiasi progetto di branding, ci troviamo spesso con la necessità di idearlo con la massima cura e organizzazione possibile. Per questo motivo, molti dei modelli che solitamente troviamo nel mercato dei marchi sono distribuiti in base alle loro caratteristiche più fisiche o psicologiche.

Per distribuirli bene, è stato ideato un piano o un modo per localizzarli in base a ciò che ciascuno di essi rifletteva, ecco perché in questo post, veniamo a parlarti di architettura del marchio e come ha influenzato il settore della progettazione grafica e del marketing digitale.

Abbiamo iniziato.

Architettura del marchio: che cos'è?

architettura del marchio

Fonte: Brandon

L'architettura del marchio è definita come la rappresentazione dell'ordine logico che un marchio può imporre alla mente dei suoi consumatori. In questo modo è possibile strutturare un'azienda nel mercato e posizionarla nel modo più esemplare possibile.

È anche definito e conosciuto come una strategia o un piano creativo, poiché in questo modo, siamo riusciti a posizionare meglio il nostro marchio in modo molto più semplice e veloce. Allo stesso modo, non solo riusciamo a crescere, ma anche a far sì che il nostro pubblico di destinazione conosca meglio i nostri obiettivi.

Per questo è molto importante tenerlo presente ogni volta che realizziamo un progetto identitario. Da molte volte progettiamo marchi senza alcun contesto da evidenziare, senza obiettivi, senza funzioni precedenti, senza un'immagine da offrire agli altri. Tutto questo cambia in meglio quando utilizziamo la struttura del marchio come meccanismo principale.

caratteristiche generali

Ci sono una serie di livelli, per riassumere meglio, ci sono un totale di 3 livelli che aiutano i brand architect a differenziare e ordinare marchi e progetti all'interno di una specifica organizzazione:

  • Marchio: quando si parla di marchio, stiamo parlando di una serie di prodotti e servizi offerti da un'azienda una volta che abbiamo disegnato il marchio. Per questo, ogni volta che parliamo di un marchio commerciale, teniamo conto di aspetti come il pubblico a cui ci rivolgiamo e l'immagine visiva che andremo ad offrire al nostro specifico settore.
  • Marchio aziendale: è qui che entra in gioco tutta la parte della progettazione e dello sviluppo di un marchio: logo, isotipo, imagotipo, elementi grafici, caratteri, colori aziendali, inserti del marchio, ecc. Entrano anche altri aspetti come prodotti o servizi.
  • Marchio del prodotto: sono marchi progettati esclusivamente per un determinato settore o servizio, come indica il nome. Si occupano di un prodotto universale e sono progettati con una strategia a priori unica. 

In conclusione a tutto quanto sopra menzionato, l'architettura di marca non ha solo cercato di mettere in relazione i marchi a livello aziendale, ma se ne occupa anche distribuire tutte le operazioni finanziarie ed economiche di una determinata società.

Allo stesso modo, è importante ricordare e comprendere quali sono i modelli di architettura del marchio esistenti. Pertanto, di seguito li spieghiamo in un modo molto più breve e più facile da capire.

I diversi modelli

Modelli monolitici

Fedex

Fonte: creativo

modelli monolitici. Sono anche modelli conosciuti come Brand of the House. Quando si parla di questo tipo di modello si fa riferimento e si sottolinea a una concentrazione e gestione unica e distinta delle funzioni più dettagliate e importanti di un'azienda. In questo caso, il modello monolitico cerca di concentrare molto meglio questa struttura e di svilupparla in modo più ordinato e semplice.

Un chiaro esempio di marchio è il famoso marchio di pacchi FedEx. Dove i diversi valori che sono rappresentati, sono collegati in modo tale che i marchi offrano la propria personalità unica. In altre parole, questo modello cerca di concentrare un unico marchio in tutte le sue aree e prodotti che esistono nell'entità in cui si trova.

Vantaggi e svantaggi

  • Funziona solo con marchi esclusivi e commerciali che trattano in questo modo prodotti, servizi o attività simili.
  • Essendo composto da marchi originali, aumenta la crescita del mercato e il suo sviluppo. Dal momento che è un elemento molto importante nel mercato.
  • Genera grandi scale economiche, in questo modo aumentano e facilitano l'ingresso di grandi redditi in azienda.
  • I rischi sono sottovalutati e i marchi tendono a diffondersi meno.

modello approvato

modello sony

Fonte: Brandward

In questo caso, il marchio funge da elemento principale di ciascuno dei suoi prodotti, raggiungendo un pubblico molto più ampio. È un modello molto più complesso da comprendere e gestire rispetto agli altri, poiché è generato attraverso marchi e sottomarchi. Ciò che rende lo schema può essere aperto in un modo molto più ampio e le possibilità sono triplicate. Uno dei marchi che guida questo sviluppo è Danone.

Vantaggi e svantaggi

  • Uniscono alcuni valori come i marchi da cui nascono, come i marchi madre o quelli da cui ricevono riconoscimenti o supporto nel mercato.
  • Sono marchi che denotano crescita e funzionano meglio in un gruppo. Sostenendo così la cooperazione e il lavoro collettivo.
  • Ha anche un rischio quando si tratta di finanziamento, ma è inferiore a quello di altri modelli.

Modello di marca indipendente

modelli indipendenti

Fonte: Francisco Torreblanca

Sono modelli che lavorano con i marchi dove agiscono con una certa indipendenza e autonomia nel mercato e nei loro obiettivi e lavorano come azienda. con questo modello si ottiene una maggiore segmentazione del mercato, dove competi con altri distributori e concorsi che coesistono nello stesso mezzo.

Vantaggi e svantaggi

  • Possono competere con diversi marchi che si trovano nel mercato specifico e quindi generare proposte o idee diverse.
  • I marchi spesso competono tra loro, poiché il prodotto o servizio è simile ed è un prodotto di sponsorizzazione per i consumatori.
  • Di solito è un modello ampiamente utilizzato dalle aziende che generano diversità e comprendono uno status diverso dal resto.
  • C'è la massima flessibilità negli acquisti e nelle vendite di aziende o marchi e quindi include anche un'azione più indipendente.

In breve, ogni modello compete con una struttura diversa.

Ragioni per creare un'architettura

Ci sono diversi punti da tenere in considerazione per creare un'architettura come l'abbiamo conosciuta all'inizio del post. Ecco perché è importante tenere conto di alcuni punti, poiché possono aiutarti a organizzare meglio il tuo marchio. e di saperla gestire da un punto di vista più economico e finanziario.

Crescita organica

Quando progettiamo un marchio e un'azienda, dobbiamo tenere conto che nel momento in cui la posizioniamo nel mercato può crescere o diminuire su larga scala. Ecco perché è importante tenere conto di questo punto, poiché molte aziende si lanciano nell'avventura senza tener conto degli aspetti più gravi.

È qui che vengono create le diverse divisioni, vengono utilizzate le business unit, le prime linee di prodotti ecc. Sono alcuni elementi che, se non si tiene conto di una buona architettura, possono farsi sentire e mai meglio dire alla tua attività.

Il mercato

Il mercato è sempre stata una necessità e un'importanza che non gli è mai stata presentata quando abbiamo disegnato un marchio. Non è molto difficile sapere che, ogni volta che crei un'attività da zero o ne avvii una, la tua attività si muoverà attraverso il mercato e le procedure che le imporre.

Per questo motivo, è importante tenere conto dell'uso di una determinata architettura di marca, poiché ti aiuterà a capire meglio il motivo di molti problemi e ti fornirà le soluzioni necessarie per continuare a crescere.

L'espansione

È un altro dei punti chiave quando ci imbarchiamo in un'avventura e decidiamo di avviare una nuova attività. L'espansione può essere nazionale o internazionale ed è definita come lo sviluppo e la distribuzione della tua attività in diversi paesi o città.

È un altro degli elementi che molti imprenditori o designer temono, da sempre tendono a far crescere la loro attività in un'area specifica e hanno paura di lasciare la zona di comfort per paura che l'attività venga distrutta. E ciò che molti non sanno è che una buona espansione e gestione del business aiuta un vasto pubblico, ampi valori economici e una distribuzione ampia e migliorata dell'azienda e del prodotto.

Questo è quello che è successo con marchi di successo come McDonald's. Che ha iniziato in una piccola città in America ed è cresciuto fino a diventare una delle più grandi industrie di fast food al mondo.

Conclusione

L'architettura del marchio ha generato grandi sviluppi in molti dei marchi che conosciamo oggi. E non c'è da aspettarsi che siano diventati i migliori marchi sul mercato, poiché dietro un bel design o un buon design, ci sono una serie di elementi che aiutano a distribuire meglio l'azienda e posizionarla in modo soddisfacente nel mercato.

Ci auguriamo che tu abbia imparato di più su questa utile risorsa per le aziende grandi e piccole e per i marchi ancora in arrivo. È senza dubbio il modo migliore per ideare e progettare.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.