Qual è la storia dietro il logo Lego?

logo della storia lego

Chi non conosce il marchio LEGO? È facile per ognuno di noi avere in mente ricordi di questi giocattoli. Ed è quello, il marchio ha accompagnato generazioni diverse, che hanno giocato con questi pezzi da costruzione, creando mondi fantastici, per molto tempo.

Il marchio LEGO è conosciuto ovunque, ma non tutti sanno come sia diventato un marchio che continua ad essere un punto di riferimento nei giochi di costruzione, quindi in questa pubblicazione andremo a conoscere la sua evoluzione. Parleremo della storia del logo LEGO e di tutto ciò che lo circonda.

Come sappiamo, il successo di un marchio dipende da diversi fattori, ma uno dei più importanti in termini di tale successo, è il logo. Questo elemento di design può anche essere quello che determina il successo o il fallimento di un marchio.

storia lego

gioco dei minion lego

Quante ore abbiamo passato a giocare con i blocchi LEGO, impossibile da calcolare bene. Uno degli aspetti più positivi del marchio è quello è riuscito a resistere nel tempo, e non importa quanti anni hai o se sei un LEGO amante, non smetterai mai di creare uno dei suoi scenari.

I LEGO sono una dipendenza e una sfida, per la nostra mente, poiché puoi costruisci innumerevoli personaggi o scenari. Dai supereroi, le sneakers Adidas, lo stadio Bernabéu, Diagon Alley di Harry Potter, ecc.

La storia di LEGO inizia nell'anno 1932 in Danimarca. Ole Kirk Kristiansen, ha aperto una piccola attività di falegnameria nella città di Billund, dove giocattoli in legno, scale, sgabelli, ecc. con suo figlio di 12 anni.

Storia del logo LEGO

creatori di lego

Era il 1934, quando la piccola impresa adottò il nome di LEGO. est il nome deriva dall'abbreviazione danese di due parole, leg dot, che significa giocare bene.

In questa fase, è quando viene svelato il primo logo del marchio. Questo logo era riprodotto su diversi materiali come borse, buste, francobolli, adesivi, eccetera. Non è ancora apparso come marchio sui giocattoli o altri prodotti che hanno realizzato.

Logo Lego 1934

Come si può notare, si tratta di un logo semplice, costruito da una tipografia con bordo nero, la cui riproduzione è avvenuta solo su documenti o altri elementi stampabili.

Nel 1936 il logo subisce la prima modifica ed inoltre, inizia ad essere inserito nei prodotti che hanno realizzato, sui giocattoli di legno, con il sigillo impresso di LEGO Fabriken Billund.

Logo Lego 1936

Nel corso degli anni, l'azienda è cresciuta sempre di più, raggiungendo i 10 dipendenti. E anni dopo, presenta a nuovo design del logo, utilizzato dal marchio di giocattoli per dieci anni.

La prima versione a colori conosciuta del marchio, appare nel 1946. Il logo è stato costruito con un carattere sans serif per il nome LEGO e un carattere corsivo per il nome Klodster.

Logo Lego 1946

Tra il 1949 e il 1950, il marchio dei blocchi inizia a produrre i famosi pezzi in plastica. I prodotti che presentavano erano alcuni mattoni da costruzione che potrebbero incastrarsi tra loro e quelli che chiamavano blocchi autoleganti.

Un anno dopo, nel 1951, il nome del marchio cambia da Self-Joining Blocks a LEGO Mursten, che significa blocchi LEGO. Questa decisione è stata presa dal figlio di Ole e ha portato con sé un nuovo design del logo in cui il rosso era il colore predominante.

Logo Lego 1951

Nella fase di anni 50, il marchio utilizzava tre loghi contemporaneamente Erano simili, ma non uguali. Ognuno di loro aveva il nome LEGO in un font sans serif in grassetto.

Loghi Lego anni '50

Due di queste versioni avevano il nome del marchio in rosso. posizionato su uno sfondo giallo o un'immagine. D'altra parte, l'altra versione era un carattere corsivo nero su sfondo bianco.

Nel mezzo 50, il logo ha scelto di includere una forma ovale prendi il nome del marchio. In questa fase, è quando la tipografia del nome LEGO prende una svolta di 360 gradi.

Logo Lego 1955

I caratteri sans-serif utilizzati in precedenza e lascia il posto a un carattere tipografico con un aspetto più vicino e amichevole. È un font con linee curve e caratteri voluminosi, molto simile al carattere tipografico utilizzato oggi.

Nel logo di questa fase, evidenziato l'ovale rosso sul testo nero, e anche due punti su ciascuno dei lati di questa forma, che erano collegati da una linea orizzontale.

Cinque anni dopo, nel 1960 la forma ovale che circondava il marchio fu cambiata in un quadrato. In questa versione, oltre al nome LEGO, è apparsa la parola System.

Logo Lego 1960

Non è fino 1973, quando viene creato un logo che è il punto di partenza di quello che il marchio utilizza oggi. In questi anni l'azienda inizia a produrre e commercializzare con gli Stati Uniti.

LEGO, adotta a logo più standardizzato, come abbiamo detto, molto simile a quello attuale. Questo logo era composto da caratteri bianchi delineati in nero e giallo, ed era posizionato come no, su uno sfondo rosso rettangolare.

Logo Lego 1973

Inoltre, l' la tipografia è molto simile a quella usata negli anni '50, ma questa volta un po' più denso, dando un aspetto più grasso, più bolle.

Quest'ultimo logo, viene mantenuto fino all'anno 1998, dove è stato effettuato l'ultimo restyling del marchio e che forma il logo che conosciamo oggi. In cui la tipografia è stata stilizzata e il contorno delle lettere è più grande.

La combinazione di colori presente nel logo dal 1960, bianco, nero, rosso e giallo, secondo il brand, si ispira alla gamma di colori di base presenti negli elementi costitutivi dei suoi giochi.

Per il momento, il marchio è rimasto invariato nella sua immagine di marca, e sin dalla sua nascita è diventata una delle aziende più solide e trascendentali della storia. È un marchio desiderato, sia dai più piccoli della casa che dagli adulti.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.